Cosa Facciamo

L’Associazione offre accoglienza gratuita alle famiglie di bambini e adolescenti malati di cancro, non residenti a Roma, che devono recarsi nella Capitale per curare i propri figli.
Dal 2000 ad oggi, anno di inaugurazione della prima Casa, sono state ospitate oltre 600 famiglie per l’intero periodo delle terapie, per un totale di quasi 200.000 giornate di accoglienza.

Le famiglie provengono, per l’80%, da 18 regioni italiane e, per il restante 20%, da 26 diversi Paesi del mondo.
Numerosi servizi a supporto degli ospiti arricchiscono il valore e la qualità dell’accoglienza in Peter Pan.

Per Peter Pan infatti la parola “accoglienza” non significa solo offrire, a chi è lontano da casa, la possibilità di alloggiare gratuitamente in un ambiente confortevole e tranquillo per tutto il tempo delle cure; vuol dire anche mettere in atto tutte le strategie, suggerite dall’esperienza, per ricreare intorno alla famiglia quel clima di normalità di cui si apprezza il valore solo dopo averlo perduto.
Nelle Case di Peter Pan la quotidianità è sì fatta di terapie, ma anche di gioco, studio, allegria, ascolto, divertimento e di tutto ciò che possa favorire il recupero psicofisico dei bambini e degli adolescenti per contrastare il senso di smarrimento e di solitudine delle famiglie così duramente colpite dalla malattia.

Oltre a garantire vari servizi di ospitalità quali ad esempio il trasporto quotidiano da/per aeroporti, stazioni, ospedali, molte sono le attività ludico-didattiche e ricreative offerte, quali animazione giornaliera, laboratori creativi, letture animate, feste a tema, gite e visite guidate, spettacoli musicali e teatrali, proiezioni cinematografiche.