“La Regina di Ghiaccio” il 20 dicembre al Brancaccio di Roma il musical di Natale di Peter Pan.

Torna il Natale e torna il Musical per Peter Pan!

Vi aspettiamo il 20 dicembre alle 20.00 al Teatro Brancaccio di Roma.

Quest’anno ad andare in scena sarà “La Regina di Ghiaccio” con Lorella Cuccarini, musical ispirato alla fiaba persiana da cui nacque la Turandot di Giacomo Puccini.

L’evento di Natale di Peter Pan è un’occasione unica per abbracciare tutte le famiglie ospiti della Grande Casa, sia quelle attualmente presenti che quelle ospitate a partire dal 2000, che tornano per l’occasione a ricostituire una grande, splendida, famiglia.

Il ricavato dell’evento andrà a sostenere le tre case di Peter Pan, dove 32 nuclei famigliari trovano accoglienza gratuita per il periodo delle cure dei propri figli malati di cancro.

Forza, i biglietti rimasti sono davvero pochi!

Vi aspettiamo!!!

                                          COME PARTECIPARE

         DOVE

 

Torna il mercatino di Natale delle Mani Felici

Sono tornate!

Le Mani Felici, le nostre super volontarie, ci aspettano domenica 26 novembre dalle 11.00 alle 18.00 nella bellissima Villa Mercadante per l’annuale mercatino di Natale.

Troverete tantissimi oggetti unici, originali, fatti a mano dalle Mani Felici.

Il ricavato della manifestazione andrà completamente a sostenere l‘accoglienza dei bambini malati di cancro in cura a Roma con lei loro famiglie.

Perché aspettare l’ultimo momento per fare i regali?

INDIRIZZO

ARRIVA GUIDA PER FORMARE VOLONTARI AMICI DEI BAMBINI

MILANO – Una guida formativa e una rete di volontari, con un percorso su misura, specializzati nella terapia ricreativa, per aiutare i bambini malati di tumore e altre gravi malattie a superare l’impatto della patologia. E’ questo l’obiettivo del progetto avviato da Dynamo Camp (primo camp di terapia ricreativa in Italia), Associazione italiana di ematologia oncologica pediatrica (Aieop) e GlaxoSmithKline. L’iniziativa e’ stata presentata oggi a Milano.    Aieop mettera’ a disposizione i propri esperti e coinvolgera’ diversi centri specializzati in Italia, mentre Dynamo camp offrira’ la propria struttura, sita in un’oasi affiliata al Wwf a Limestre (Pt). Nel campo vengono ospitati gratuitamente, per periodi di vacanza e svago con terapia ricreativa, bambini e adolescenti dai 6 ai 17 anni, affetti da patologie gravi e croniche, in terapia o nel periodo di post ospedalizzazione. Principalmente si tratta di patologie oncoematologiche, neurologiche, malattie rare, spina bifida e diabete.    Per la formazione di volontari ‘doc’, che operano nei campi e in corsia, e’ stata realizzata la ‘Guida all’assistenza dei bambini e adolescenti malati di tumore’. Il volume in otto capitoli spiega il diverso tipo di approccio che il volontario deve avere con il bambino e l’adolescente malato, la loro famiglia, il percorso della malattia in oncoematologia pediatrica e i possibili interventi del volontario. ”Il volontario non si puo’ improvvisare – spiega Elena Barisone, del consiglio direttivo Aieop – ma deve avere una sua specifica formazione. Servono approcci diversi per le varie fasce d’eta’ e le famiglie, fratelli compresi”. Il volontario, aggiunge Momcilo Jankovic, direttore medico Dynamo camp, ”e’ un elemento fondamentale della terapia ricreativa. Deve superare le logiche del semplice buonismo, ma imparare ad ascoltare e testimoniare rispetto per un vero dialogo”.

Agli amici che hanno partecipato alla maratona di Villa Pamphilj

 
Abbiamo seguito con particolare tenerezza le gare dei bambini divisi per fasce d’età. I più piccoli, più che correre, trotterellavano incerti tenuti per mano dalle mamme. Che dire della specialissima “batteria” dei piccoli ospiti delle Case di Peter Pan? Vederli correre è stato uno dei momenti “forti” della giornata che ci ha donato un’emozione indescrivibile! Nell’area giochi “L’Isola che c’è”, i bambini avevano solo l’imbarazzo della scelta tra le innumerevoli attività che i volontari avevano preparato e predisposto per le diverse fasce d’età: dallo “stagno dei piccoli anatroccoli” per i più piccoli, alle gare di tennistavolo per gli adolescenti passando per l’angolo dei giocolieri Jack e Andrea e in quello di Gigi che, con le sue percussioni con oggetti riciclati, ha fatto letteralmente impazzire e scatenare i bambini. C’era la coda davanti ad ogni attrazione! 
Nello stand delle “Mani Felici” gli artistici manufatti delle nostre volontarie sono andati a ruba come pure le buste della Pesca Miracolosa.
Il nostro grazie va in particolare all’instancabile, generoso esercito di volontari presenti (ben 70!) che domenica mattina alle 8.00 in punto erano già sul posto pronti ad eseguire i comandi dei “Generali Volontari” Carlo, Anna Maria, Nadia e Paolo che guidavano le operazioni. 
I volontari sono la vera, inestimabile ricchezza di Peter Pan che sa di poter contare su ognuno di loro in ogni momento. Un grazie va anche alle Aziende che, donando beni e servizi, hanno contribuito a rendere ancora più bella la giornata. 
In questa particolare circostanza abbiamo sentito con molta intensità l’affetto e il calore di tutti coloro che comprendono l’importanza di quello che facciamo quotidianamente per i bambini malati di cancro e ci permettono con il loro sostegno di continuare ad ospitarli gratuitamente nelle nostre Case.

 

Collegati anche al sito www.maratonadipeterpan.it e vedi le foto dell’evento

 

SANITA’: CRISI ‘MORDE’ VOLONTARIATO, PETER PAN ONLUS TAGLIA PERSONALE DA 13 A 4 DIPENDENTI E CON RETRIBUZIONE INFERIORE

Roma, 27 ago. (Adnkronos Salute) – La crisi economica “non ha risparmiato l’associazione di volontariato Peter Pan onlus, attiva a Roma dal 1994 nell’accoglienza dei bambini malati di cancro non residenti a Roma, in cura negli ospedali d’eccellenza della Capitale, Bambino Gesu’ e Policlinico Umberto I: dopo un lungo e sofferto processo decisionale condiviso con diversi esperti, per non chiudere i battenti, l’associazione ha dovuto scegliere di contrarre drasticamente i costi di gestione, riducendo il suo personale da 13 a 4 persone entro la fine di dicembre 2012 e destinare inoltre ai rimanenti 4 contratti una retribuzione inferiore”. Lo annuncia una nota dell’associazione di volontariato.

Peter Pan Onlus, “medaglia d’oro per meriti nella Sanita’ Pubblica dal 2004 – ricorda la nota – senza sovvenzioni istituzionali offre una risposta concreta, competente e gratuita, alla situazione di emergenza delle famiglie dei bambini malati di cancro costrette a curare il proprio figlio in un ospedale troppo lontano da casa.

Grazie alle Case di Peter Pan i bambini possono essere deospedalizzati e curati in day hospital, restando in ospedale il tempo strettamente necessario, circa il 15% della giornata. Oggi Peter Pan si trova ad affrontare un pesante impegno finanziario dovuto alla realizzazione del progetto ‘La Grande Casa di Peter Pan’, finalizzato ad accogliere un numero sempre maggiore di famiglie di bambini malati di cancro, decine ogni anno, oltre 600 a oggi, e garantire loro un porto sicuro nella tempesta della malattia, dato il perdurare dell’assenza di presa d’atto del problema da parte delle istituzioni di riferimento: sanita’
e welfare”.

“L’associazione – prosegue la nota – desidera esprimere la piena gratitudine a tutto lo staff per il suo impegno e per la dedizione e competenza dimostrata in questi anni per lo sviluppo della mission di Peter Pan. E’ affidato ai circa 200 volontari di Peter Pan, appositamente formati, il compito di coprire con una piu’ assidua frequenza nelle Case il carico lavorativo relativo a tutte le attivita’ di accoglienza con un presidio di 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno.
I volontari sono chiamati inoltre a impegnarsi anche nella raccolta fondi, indispensabile per far ripartire al piu’ presto, tutte le attivita’ dell’associazione.

Per sapere come sostenere le Case d’accoglienza per i bambini onco-ematologici e le loro famiglie:
www.peterpanonlus.it”.

(Com-Bdc/Opr/Adnkronos)
27-AGO-12 18:27