16% ragazzi ha Hpv, serve vaccino anche per uomo

ROMA – Il papillomavirus e’ un problema anche
per i ragazzi, il 16% dei quali risulta positivo al test e lo
puo’ trasmettere alla partner. Lo afferma una ricerca che verra’
presentata al congresso della Societa’ Italiana di Andrologia e
Medicina della Sessualita’ (Siams) che si apre domani a Modena,
durante la quale verra’ illustrato anche il primo progetto
pilota per una vaccinazione rivolta ai maschi.
   La prima casistica italiana e’ stata stilata su un campione
di 200 ragazzi fra i 18 e i 22 anni di eta’ dai ricercatori del
Dipartimento di fisiopatologia medica dell’Università di Roma
Sapienza diretto da Andrea Lenzi, insieme al Centro di
Crioconservazione dei Gameti Maschili dell’Azi a-Università di
Padova. Anche sulla spinta dei risultati, oltre che di
esperienze analoghe negli Usa, dove l’Fda ha autorizzato il
vaccino anche per i maschi, e in Austria dove gia’ viene
praticato, il mese prossimo iniziera’ a Brescia un progetto
pilota su un migliaio di ragazzi tra gli 11 e i 15 anni.
   “Il virus e’ pericoloso anche per gli uomini – spiega Sergio
Pecorelli, ginecologo e Presidente Aifa – Puo’ provocare cancro
rettale e al pene, oltre al 40 % dei tumori oro-faringeo e alle
tonsille. Causa inoltre la condilomatosi genitale, che in Italia
registra fra i 200 e i 250 mila nuovi casi all’anno, sia negli
uomini che nelle donne, e costituisce il 30% delle malattie
sessualmente trasmesse”.
   Il virus, hanno precisato gli esperti, influisce anche sulla
fertilita’, riducendo la motilita’ spermatica e infettando anche
l’ovocita durante la fecondazione.


Articoli Correlati