8 marzo: CRI, vaccino anti HPV a ragazze con disagio

ROMA – Prende il via, proprio in coincidenza della festa della donna, l?iniziativa della Croce Rossa Italiana relativa alla distribuzione del vaccino Hpv da destinare a ragazze disagiate.  Garantire, infatti, anche a chi vive in condizioni economiche difficili, l?equit? d?accesso alla vaccinazione contro il Papillomavirus umano, l?agente infettivo responsabile del cancro del collo dell?utero e di altre importanti patologie genitali ? l?obiettivo del progetto della Cri, che vacciner? gratuitamente su tutto il territorio nazionale circa 7mila ragazze dai 13 ai 18 anni, appartenenti alle famiglie monogenitoriali con 4 o più figli di et? inferiore a 18 anni e un reddito inferiore a quello della cosiddetta linea di povert?, alle orfane e alle ospiti di strutture di accoglienza. ?Da sempre la CRI ? impegnata nel soccorso e nella tutela delle persone in difficolt??, ha sottolineato Maria Vittoria Torresi, ispettrice nazionale donatori di sangue Cri e responsabile scientifico del progetto.?L?immagine del nostro organismo istituzionale ? ulteriormente alimentata grazie allo sviluppo di un progetto comune come quello della vaccinazione per le ragazze appartenenti a nuclei familiari disagiati contro il cervicorcarcinoma e le altre patologie Hpv correlate. In questo – ha aggiunto – ci affianchiamo al ministero della Salute e agli organismi istituzionali per sostenere anche le ragazze in difficolt?, grazie anche alla Sanofi Pasteur Msd, titolare del vaccino quadrivalente in Europa, che ci ha donato le dosi?. 


Articoli Correlati