A Barletta la prima pet-tac pubblica in Puglia

BARLETTA – Uno strumento ad alta risoluzione capace di scovare i tumori più nascosti, ma anche utile nella diagnosi di malattie neurologiche e cardiologiche. E’ la prima Pet-Tac pubblica della Puglia, inaugurata all’ospedale Dimiccoli a Barletta. All’incontro hanno partecipato il presidente della Giunta regionale, Nichi Vendola – riferisce la Regione sul suo sito – il direttore generale dell’Asl Bat, Rocco Canosa; l’assessore alla Salute, Tommaso Fiore, e il direttore del nuovo reparto, Pasquale di Fazio. "Abbiamo investito mezzo miliardo di euro – afferma Vendola – per cambiare tutte le grandi macchine della Puglia. Nel 2005 le Tac erano degne di un museo archeologico", dice. La nuova Pet-Tac di Barletta ? costata meno di 3 milioni di euro ed ? in grado di effettuare 12 diagnosi per ciascun turno di lavoro di circa 8 ore. Per il suo utilizzo, il personale ha seguito un corso di formazione di circa un anno e mezzo. Secondo l’assessore Fiore, una volta a regime sar? in grado di soddisfare il fabbisogno non solo dell’Asl Bat, ma anche di altre province pugliesi, riducendo così la fuga verso le regioni del Centro-Nord.


Articoli Correlati