A Pediatria arrivano i cani-dottore

FOLIGNO – Nella città dove ogni storia di bambino che soffre riapre una ferita che mai si rimarginer? e da dove sono partiti in questi anni appelli sempre più accorati verso il mondo politico affinch? le leggi tenessero conto della necessit? di difendere i piccoli, ? atteso con trepidazione il pulmino che vuole alleviare il disagio e la sofferenza dei bambini costretti a stare in ospedale. E? atteso con trepidazione in modo particolare dal professor Castellucci, del Dipartimento Materno-infantile del San Giovanni Battista e medico che sulla metodologia per evitare il disagio dei suoi piccoli pazienti ha speso il massimo delle sue energie ?costruendo? un reparto all?avanguardia. Si chiama ?Il pulmino di Livia? quello che arriver? domani mattina alle 10.30 al nuovo ospedale San Giovanni Battista di Foligno per far tappa nel reparto di pediatria. Il pulmino ? l?ultimo progetto della Fondazione Livia Benini che negli ultimi sedici anni ? stata la testimone attiva a livello internazionale di tanti progetti e studi sul dolore pediatrico e sul disagio del bambino in ospedale. Sul pulmino viaggiano un medico, un?infermiera, un esperto di rimedi naturali, un musicista, un clown e Francesca di Antropozoa, la vera attrazione dell?equipaggio, con i suoi ?cani dottori?. Il team ? operativo presso il servizio di Terapia del Dolore attivo presso l?ospedale Anna Meyer di Firenze.
Lo scopo dell?iniziativa ? quello di diffondere e condividere le esperienze coinvolgendo attivamente i medici e gli infermieri delle Pediatrie, gli anestesisti ed i medici dell?emergenza nel progetto nazionale ?Ospedale senza dolore?, con particolare attenzione verso i bambini. Il pulmino arriva a Foligno grazie alla sensibilit? del dottor Antonio Cardona, responsabile dell?Unit? operativa di Pediatria, e del professor Giuseppe Castellucci, direttore del Dipartimento materno-infantile. All?interessante iniziativa partecipano inoltre il Liceo Psicopedagogico di Foligno e l?Associazione Aurora che gi? cura il servizio di animazione nel reparto di Pediatria. L?incontro con il team del pulmino si svilupper? in due momenti. Il primo vedr? protagonisti il musicista, il clown e, soprattutto, il ?cane dottore? che entrer? nel reparto per la dimostrazione di pet terapy con i bambini. La presenza del cane non crea nessun tipo di problema perché al Meyer di Firenze, grazie ad uno specifico addestramento, questo ?dottore? a quattro zampe ha libero accesso nel reparto oncologico ed in sala prelievi. La seconda parte della visita sar? dedicata allo scambio di esperienze tra gli operatori ed alla formazione anche dei volontari. Si tratta della prima esperienza in Umbria di un approccio terapeutico di questo tipo illustrato dal team della Fondazione Livia Benini che da 16 anni ? in prima linea sul tema del dolore pediatrico mettendo in campo un impegno che si ? concretizzato nella formulazione delle Linee Guida sul Controllo del Dolore del Bambino redatte nel 1993 da 25 esperti internazionali dell?Organizzazione Mondiale della Sanit?.


 


Articoli Correlati