AGOP: finalmente Roma avrà la sua “casa a colori”

Sarà una struttura residenziale protetta destinata ai bambini malati di tumore e alle loro famiglie. Portare un po’ di colore nella vita di chi è in credito con la sorte si può, ma c’è bisogno dell’aiuto di tutti.
Accostare l’immagine di un bambino a quella di una malattia drammatica e infame come il cancro ? una cosa che fa sempre attorcigliare lo stomaco. Non esistono argomenti tanto validi per poter dare una spiegazione plausibile alla sofferenza gratuita di un bambino. L’unica cosa che si pu? fare ? accettare il destino dei figli, e il proprio, e lottare con tutte le forze per raddrizzare una situazione drammaticamente difficile e compromessa.
? esattamente quello che da sempre fa l’Agop di Roma. L’Associazione genitori oncologia pediatrica si occupa da più di 30 anni di fornire assistenza gratuita ai bimbi malati e alle loro famiglie, offrendo alloggio per il periodo della cura e mettendo a disposizione ambienti dedicati al gioco e allo svago. L’Agop ? ideatrice del progetto “La Casa a Colori” e metter? a disposizione le risorse necessarie per la sua realizzazione, contando molto anche sulla generosit? dei cittadini della Capitale, chiamati a dare un contributo alla causa. La cifra da raggiungere ? elevata, oltre il milione di euro, e la sfida ardua, ma non impossibile. Il denaro servir? per realizzare una struttura residenziale protetta che avr? il compito di sostenere gli indispensabili bisogni psicologici dei piccoli e delle loro famiglie, sottoposti ad un vero e proprio stress cronico. La Casa, concepita in una prospettiva psico-oncologica, sar? un luogo colorato e distensivo, pensato e abitato dai bambini, in grado di offrire attivit? diversificate che andranno da quelle specifiche di accoglienza, riabilitazione, assistenza specializzata, alle attivit? scientifiche, culturali e ricreative. Per la realizzazione del progetto il Comune ha messo a disposizione il proprio stabile di Via Rubra 49, un edificio di 5 piani con una superficie complessiva di 1600 metri quadrati ed una capacit? ricettiva di 66 posti letto.
La struttura sar? dotata, oltre che di tutte le apparecchiature mediche necessarie, anche di alloggi e mini appartamenti forniti di ambienti per tutte le necessit? quotidiane, avr? una ludoteca concepita secondo i simboli dell’immaginario infantile, una palestra per la riabilitazione motoria e una stanza per massoterapia. Potr? inoltre contare su un giardino bioenergetico, dotato di forme e colori in grado di donare rilassamento nervoso e percezioni di benessere, e uno spettacolare allestimento scenografico dal tema “I Pirati Dei Caraibi”, dove tutti i piccoli pirati, con le loro bandane, potranno giocare ad essere il grande Jack Sparrow. Presenti anche, ovviamente, aule scolastiche, biblioteca, sala convegni/teatro e un’aula multimediale.
L’investimento per sostenere i costi di ristrutturazione ammonta a 1 milione e 150mila Euro. Ogni contributo che verr? dalla cittadinanza, piccolo o grande che sia, sar? utilizzato esclusivamente per la realizzazione della Casa, e ogni donatore potr? controllare il corretto uso del contributo versato tramite l’elenco dei donatori e la visione del bilancio sul sito www.agoponlus.com. Si pu? contribuire con:
– versamento C/C postale n.63516009
– bonifico bancario C/C n. 11783/18 “LA CASA A COLORI” Banca di Roma Ag. 60 ABI 3002, CAB 3360, intestato a AGOP onlus, presso Divisione di Oncologia Pediatrica Policlinico A. Gemelli – Largo A. Gemelli 8, 00168 Roma


Articoli Correlati