Ai nostri piu’ fedeli lettori

Molti di voi si saranno stupiti del fatto di non aver ricevuto il secondo dei quattro numeri annuali della nostra rivista e si saranno chiesti se per caso il mancato arrivo del giornale fosse da attribuire ad un disguido postale.
Inoltre, il 6 giugno scorso ricorreva il decennale della Casa di Peter Pan e i nostri più attenti lettori forse si aspettavano un numero della rivista in cui sarebbe stato bello ritrovare, in una serie di articoli, le tappe e gli eventi più significativi che hanno punteggiato questi primi dieci anni di attività .
Se abbiamo rinunciato al numero speciale non è stato per un sussulto di modestia, né per un improvviso attacco di pigrizia, ma piuttosto perché nel corso delle nostre ultime riunioni di redazione abbiamo fatto alcune riflessioni che ci hanno portato a riconsiderare le modalità della nostra comunicazione e a maturare alcune decisioni.
Ci siamo resi conto infatti che , malgrado tutti gli sforzi della redazione, degli impaginatori e dei tipografi per accelerare i tempi di uscita del giornale,quando alla fine questo giungeva nelle vostre mani le notizie erano già “stantie” : a primavera si parlava del successo del “Merry Christmas e a Natale della Maratona di settembre a Villa Pamphili e così via.
Cosa fare per veicolare ai nostri amici e sostenitori un prodotto “fresco di giornata”? La risposta non si è fatta attendere perchè era scontata: sfruttando le potenzialità della la rete!
D’ora in poi, infatti, cliccando semplicemente sul nostro sito www.peterpanonlus.it potrete essere aggiornati in tempo reale sugli ultimi avvenimenti e potrete “scaricare”, e magari stampare, tutti gli articoli che vi interessano di più e che seguiranno a ruota gli eventi a cui si riferiscono.
Non vi nascondo che dietro tutto questo ci sono anche ragioni di carattere economico: la stampa e la spedizione sono infatti processi piuttosto “costosi” e anche noi – come tutti – in questo momento particolare di crisi, cerchiamo di tagliare le spese.
Questo non significa però che non vi invieremo più la nostra rivista: almeno due numeri l’anno saranno stampati e inviati a casa secondo la formula tradizionale. Saranno però numeri “speciali”, monotematici, di approfondimento, completamente dedicati ad alcuni particolari temì di interesse.
Immagino tuttavia che i più anziani tra voi stiano già storcendo il naso,manifestando cosìil loro disappunto e la loro insofferenza per la tecnologia:” internet sta invadendo ogni campo! Ma non è meglio, ma molto meglio, avere tra le mani il cartaceo?”
Ditelo a me che sono alla soglia della quarta età e che del cartaceo ho quasi un bisogno fisico!
Quando leggo infatti non so resistere al bisogno compulsivo di sottolineare e di prendere note, di mettere vistosi punti esclamativi e interrogativi sul margine delle pagine, “rovinando” così irreparabilmente non solo i documenti, ma anche i libri. Ma per me questo è l’unico modo per introiettarne il contenuto e farlo mio.
Anche io, quindi, ho dovuto adattarmi e fare un piccolo sforzo di volontà per stare al passo con i tempi e con le esigenze di un capriccioso Peter Pan, che, però, con i suoi “capricci”, ci aiuta a non invecchiare e a rimanere sempre giovani come lui.