Aiutare le famiglie dei bambini malati grazie all’Associazione Giorgio Conti di Cremona

CREMONA – L’Associazione è stata fondata nel 1988 da Adriana e Carlo Conti per esaudire il desiderio di proprio figlio Giorgio. Giorgio ricoverato in ospedale al termine della sua lunga malattia, comprese le difficolt? economiche e la situazione famigliare del bambino suo compagno di stanza e chiese alla madre di aiutarli. Da qui ebbe inizio l?attivit? dell?Associazione, riconosciuta a livello giuridico dalla Regione Lombardia, che si prefigge lo scopo di dare assistenza morale e materiale alle famiglie dei bambini colpiti da gravi malattie, quali leucemia e tumori, tutte malattie che richiedono lunghissimi periodi di degenza in cliniche altamente specializzate, continui controlli e cicli di terapie. Queste cure prevedono che i bambini debbano lasciare le loro case e recarsi spesso in luoghi lontanti perché concentrati, in gran parte, nel nord dell?Italia. L?estrema necessit? di avere al fianco almeno un genitore fa affiorare gravi problemi, perché spesso uno o entrambi i genitori sono costretti ad abbandonare il posto di lavoro per stare accanto al proprio figlio. Nei maggiori centri di cura pediatrici della Lombardia l?Associazione ? presente e pu? intervenire con il suo aiuto in seguito alle segnalazioni e alle richieste del personale medico di queste cliniche dove vengono ricoverati i bambini. L?Associazione poggia la sua esistenza totalmente su donazioni volontarie e non ha nessun tipo di spesa di mantenimeno, questo consente che tutto ci? che viene raccolto dai volontari vengono completamente destinati a favore delle famiglie da assistere. I bambini assistiti dall?Associazione provengono da tutte le regioni italiane e anche da paesi esteri economicamente deboli. L?assistenza continua se necessario anche dopo il periodo del ricovero ospedaliero con un contatto diretto con la famiglia. La missione dell?associazione ? quella di farsi carico di tanti altri problemi: Fare in modo che almeno uno dei genitori o un familiare sia sempre presente durante il ricovero del bambino fornendo tutti i mezzi e sostentamenti finanziari primari. Dare la possibilit? ai genitori bisognosi e non residenti nel comune di ricovero di avere un alloggio e soggiorno dignitoso per affrontare più serenamente l?assistenza al proprio figlio. Fornire al genitore capofamiglia, costretto ad assentarsi dal lavoro per assistere il proprio figlio di ricevere un importo integrativo forfettario del salario. Dare assistenza morale e spirituale, consigli ed indicazioni per meglio supportare e assistete il proprio figlio ricoverato. In casi particolari, fornire i mezzi di sussitenza e di assistenza sufficenti, al domicilio del bambino dimesso. Fornire assistenza psicologica al bambino e ai suoi genitori e familiari. Recuperare i medicinali, anche all?estero, per la cura del bambino. Finanziare la ricerca di midollo compatibile nel caso si presenti la necessit? di un trapianto. Favorire la ricerca con l?istituzione di borse di studio, di specializzazione e altri incentivi alla ricerca. Promuovere la collaborazione tra le Associazioni mediche e con tutte le organizzazioni che abbiano finalit? analoghe. Promuovere attivit? per reperire fondi da destinare all?aiuto e agli scopi dell?associazione. Permettetemi alla fine una nota personale, conoscevo Giorgio, siamo coetanei ed insieme a suo fratello giocavamo a calcio insieme, in parte ho vissuto il suo calvario, la sua ?esperienza? mi ? rimasta nel cuore perché era un amico che fino all?ultimo non ha mai perso il sorriso.Ho quindi voluto scrivere questo post per lui e per tutti quei bambini che con l?aiiuto dell?Associazione possano trovare un p? di sollievo nei momenti meno belli della vita.?a Giorgio. Visitate il sito dell?associazione: www.associazionegiorgioconti.it

 


Articoli Correlati