Al via campagna donazione cordone ombelicale

MILANO – Promuovere tra i cittadini la cultura della donazione del cordone ombelicale e delle sue cellule staminali, affinche’ diventi una risorsa di cura per tutti. E’ questo lo scopo della campagna lanciata oggi al Policlinico Ospedale Maggiore di Milano, che vuole incentivare la donazione ‘allogenica’ (quella cioe’ a disposizione di tutti) per creare una riserva di staminali adulte da utilizzare per curare malattie come le leucemie. Con la campagna, nelle prossime settimane saranno distribuiti opuscoli e locandine negli ospedali lombardi, nei consultori, negli ambulatori dei medici di famiglia e dei pediatri, cosi’ come nelle scuole e nelle universita’, ”per aiutare i genitori a conoscere ed essere consapevoli dell’importanza della donazione, e per fornire indicazioni utili sui centri a cui rivolgersi”. ”La Regione Lombardia sostiene con convinzione questa iniziativa – dice Luciano Bresciani, assessore regionale alla sanita’ – la donazione del sangue cordonale e’ infatti un gesto che non costa nulla, non comporta alcun rischio e puo’ dare una concreta possibilita’ di guarigione a pazienti con gravi patologie”. Ogni anno circa 13 mila pazienti nel mondo hanno bisogno di un donatore di midollo osseo per curare la loro malattia, ma non hanno nessun famigliare compatibile. Questi pazienti hanno allora bisogno di un trapianto di cellule staminali emopoietiche, e un quinto di loro e’ trattato proprio con il sangue del cordone ombelicale, che ha un’efficacia in tutto e per tutto simile a quella del trapianto di midollo.


Articoli Correlati