Al via progetto a sostegno oncologia pediatrica in Marocco

ROMA – Soleterre, organizzazione non governativa impegnata nell’ambito del tumore infantile nei Paesi in via di Sviluppo e operativa dal 2002 in Marocco con interventi socio-sanitari, educativi e attivita’ di microcredito e Peter Pan, Associazione Onlus impegnata in Italia da circa 15 anni nell’accoglienza e nella tutela dei diritti dei bambini onco-ematologici e delle loro famiglie, hanno siglato un accordo per la realizzazione di un programma di cooperazione internazionale per
l’oncologia pediatrica. Gli interventi saranno realizzati in collaborazione con le Associazioni marocchine ”L’Avenir” e ”Noujoum” negli ”Hospital d’Enfants” di Rabat e Casablanca, uniche due unita’ specializzate in oncologia pediatrica nel Paese che accolgono i pazienti dell’intero territorio marocchino: Rabat quelli delle regioni settentrionali e Casablanca quelli delle regioni meridionali.  Il programma di Soleterre e Peter Pan si sviluppera’ per un anno a livello sperimentale con l’intenzione di proseguire nel tempo e prevede la fornitura di medicinali essenziali per la cura del tumore oggi non disponibili in Marocco e l’attivazione di una collaborazione sanitaria tra specialisti italiani e medici marocchini per la formazione e l’aggiornamento specialistico (attraverso scambi formativi, missioni in loco e piattaforme di tele-medicina).Le attivita’ sono gia’ partite con l’invio di 500 confezioni di Natulan, farmaco irreperibile in Marocco e che generalmente deve essere acquistato in Francia. Il Natulan, indicato per il trattamento della malattia di Hodgkin (linfoadenoma multiplo sara’ impiegato anche per il trattamento di altri linfomi maligni: linfosarcoma, reticulosarcoma, malattia di Brill-Symmer. Soletere e Peter Pan garantiranno la fornitura dei due reparti per un anno. La situazione marocchina richiama la denuncia fatta, alla fine del 2008, dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (Iarc) di Lione sul rapido aumento dei casi di tumore nel mondo a causa della diffusione dei fattori di rischio nei Paesi in via di Sviluppo. ”Intervenire nell’oncologia pediatrica dei paesi in via di sviluppo – dichiara Damiano Rizzi, Presidente di Soleterre – e’ una sfida complicata: bisogna intervenire a 360 gradi, dalla pura emergenza all’intervento sanitario; dal servizio psico-sociale ed educativo di sostegno al bambino e al genitore, all’accompagnamento della riabilitazione e del ritorno a casa. In Marocco, la conoscenza e la condivisione forte di valori con gli amici di Peter Pan ci permettono di intraprendere questa nuova avventura con un grande compagno di viaggio”. ”La maggior parte dei progetti – afferma Maria Teresa Barracano Fasanelli, Presidente Onoraria dell’Associazione Peter Pan Onlus – nascono da incontri con persone significative che troviamo sul nostro cammino. Il nostro interesse per il Marocco e’ originato dall’amore che ci lega ancora ad una bambina indimenticabile che per due anni e’ stata ospite di una delle Case di Peter Pan, la piccola Oujsdaine e’ stato rafforzato poi dall’amicizia personale con la Presidente de ‘La Maison de l’Aveneir’ Associazione di Rabat, Fouzia Msfer Alaoui, medico e donna straordinaria”. ”Lo scorso anno poi, in occasione delle celebrazioni per la VI Giornata Mondiale Contro il Cancro Infantile, e’ avvenuta la conoscenza con il Presidente dell’Associazione ‘Noujoum’ di Casablanca, Caherine Sebti, per non parlare della sintonia spontanea ed immediata che si e’ creata con una persona molto particolare di ‘Soleterre’ Alessandro Baldi. Come si fa a resistere a tanti stimoli – conclude – che spingono tutti in una stessa direzione? E’ inevitabile: si parte!”


Articoli Correlati