«Ambiente e tumori» dossier sulla correlazione

BRESCIA – La presentazione di uno studio scientifico il 17 maggio all’Ordine dei medici di Brescia Il dottor Celestino Panizza industria, rifiuti e sanità in una provincia – Brescia –, che vanta un numero di discariche di rifiuti speciali e industrie tra i più alti d’Italia. E vanta tristi record di patologie tumorali: un tasso di mortalità per neoplasie epatiche doppio rispetto alla media nazionale. Un aumento inquietante (8% l’anno) dei tumori infantili, soprattutto per bimbi sotto i tre anni di vita. La relazione tra «Ambiente e tumori» sarà il titolo della monografia presentata giovedì 17 maggio nella sala conferenze dell’Ordine dei medici di Brescia (via Lamarmora, 167, zona sud della città). L’iniziativa, che si terrà dalle 16.30 alle 20, è aperta a tutta la cittadinanza. Con questo volume «si è cercato di offrire prospettive diverse ed innovative del concetto di cancerogenesi – scrive l’associazione di Oncologia Medica – e, di conseguenza, della necessità di promuovere nuove modalità di approccio per il controllo della malattia, partendo dalla riduzione delle esposizioni ad inquinanti ambientali ed attuando una vera e propria Prevenzione Primaria». A organizzare l’iniziativa sono l’Associazione medici per l’ambiente e l’Associazione italiana di Oncologia Medica (AIOM). Sul palco dei relatori ci saranno Ruggero Ridolfi (oncologo di Forlì), Patrizia Gentilini (oncoematologo di Forlì), Giuseppe Masera (professore alla Clinica Pediatrica dell’ Università di Milano – Bicocca) e Celestino Panizza (Medico del Lavoro Brescia). Matteo Trebeschi


Articoli Correlati