Angolo della dolcezza, cioccolato a pediatria

TERNI – I pasticceri di Cioccolentino hanno allestito un angolo di dolcezza nel corridoio del reparto di pediatria dell?ospedale di Terni. La festa dedicata al cioccolato ha avuto la sua anteprima ieri pomeriggio ed oggi il via ufficiale in piazza della Repubblica.
Al reparto di Pediatria ? arrivato tanto di forno da cui si diffonde un profumo invitante. E sar? per causa sua che dalle camerate i piccoli pazienti escono incuriositi. C?? anche chi, spinto dalla voglia di capire cosa succede, arriva con tanto di asta della flebo al seguito. Veronica, Gaia, Isma e Giulia sono pronte con stampini e formelle per far diventare i bambini pasticceri per un pomeriggio. ?Per portare allegria?, tiene a dire Giulia. Loro sono studentesse dell?istituto Casagrande e guardano le mani esperte di Francesco Favorito e Giuseppe Palmisano, pasticceri di professione, che con un cono fatto di carta da forno decorano i biscotti pronti per essere infornati. Sembrano pitture. ?Che sogno lavorare così?, dice Gaia. I bambini più piccoli fanno segni chiarissimi perché pure loro vogliono avvicinarsi al tavolo di Cioccolentino. I cappelli da cuoco a qualcuno non piacciono e di certo non li ha graditi la piccola in braccio alla mamma che chiede se quei due signori siano dei mostri. Gli adulti sorridono i bambini pure. L?atmosfera si rasserena anche se accanto ai biscotti appena sfornati passa un ecografo portato di gran corsa verso una camerata. Si va avanti. La prima infornata di biscotti lavorati dai piccoli ? pronta. ?Sono buoni buoni buoni?, dice uno di loro. L?amichetto scoppia in lacrime perché ne vuole un altro e la mamma ? preoccupata perché potrebbe tornargli il mal di pancia. Ma ci sono le formine colorate da utilizzare ed il pensiero brutto si allontana. Si continua ad infornare biscotti di pasta frolla. Una mamma si informa sulla ricetta perché quella pasta frolla non si rompe anzi rimane elastica. ?Bisogna usare le uova intere non solo i rossi?, svela il segreto Francesco Favorito. Il profumo diventa sempre più intenso. Arrivano anche infermieri e dottori. ?Che difficile far finta di niente?,dice un medico di passaggio. Per? riesce a resistere e non tocca neanche un biscottino. Dal forno escono giraffe, stelle, alberi, pupazzi che finiscono in bocca ai bambini in fila ordinata per riceverli. Il pomeriggio passa, ?uno in meno da vivere qui dentro?,sussurra una mamma. Questa mattina gli stand di Cioccolentino si apriranno alle 10. In via del Plebiscito si potr? imparare ad intagliare la frutta per il cocktail di San Valentino o si potranno gustare primi piatti a base di cioccolato.


Articoli Correlati