Arriva un aiuto per i bambini dei reparti oncologici

Aiutare i bambini ricoverati nei reparti di oncologia a non perdere i contatti con scuola, amici, familiari. Ma, anche, procedere a una gestione "intelligente" del territorio e dell’ambiente e consentire a tutti i medici e infermieri di poter aggiornare, in continuo, la cartella clinica e monitorare il procedere delle terapie. Si amplia il campo d’azione del progetto "Smart Inclusion", voluto dal ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, per i ragazzi malati di cancro. Grazie al contributo di Telecom Italia e del Cnr, nasce, ora, "Smart Services Cooperation Lab", con l’obiettivo, utilizzando moderne tecnologie, di creare una rete cooperativa con Regioni, universit? e aziende per migliorare sempre più i servizi per i cittadini. ?L’iniziativa ? aperta a tutti?, ha sottolineato il ministro Brunetta, che ha ricordato come siano ?in dirittura d’arrivo accordi ad hoc con la regione Toscana, il politecnico di Torino e l’Olivetti?.Il nuovo "centro d’eccellenza" manterr? la sede a Bologna, ma avr? poli distaccati in tutt’Italia. Far? da trampolino di lancio al progetto, l’esperienza accumulata, in questi mesi, con "Smart Inclusion", gi? attivo, anche a Roma, Padova e Firenze, con, in media, 30 posti letto, con monitor per collegare i bambini ospedalizzati con la scuola, la famiglia e il mondo esterno.Il sistema, in particolare, prevede un touchscreen chiamato "Smart Care", dotato di telecamera e posto al bordo del letto per mezzo del quale i bambini possono partecipare alle lezioni scolastiche, comunicare con i propri cari e accedere a vari programmi di intrattenimento. Si tratta, quindi, di un sistema di integrazione – virtuale e in tempo reale – tra un reparto ospedaliero di lunga degenza e un istituto scolastico, per favorire la partecipazione dei bambini ricoverati alla vita sociale dei propri coetanei, combattendo, così, quel senso di alienazione e isolamento che fatalmente si alimenta in stanze sterili e senza oggetti personali. Sviluppato da Telecom Italia, in collaborazione con il Cnr, questo progetto si basa su una nuova tecnologia di connessione a onde convogliate che utilizza l’impianto elettrico. Pertanto, con impatto elettromagnetico zero e senza alcun bisogno di cablaggi.L’obiettivo ? quello di estendere un’esperienza di successo ad altre aree di intervento primario, quali "Smart School", con servizi per la didattica e la comunicazione scuola- famiglia, "Smart Hospital", attraverso servizi per la sanit?, con particolare riferimento alla gestione della cartella clinica e a strumenti innovativi per la gestione del risk management in ospedale e, infine, "Smart Town", con una serie di servizi innovativi per i cittadini, sul fronte della gestione del territorio e il monitoraggio ambientale.(di C.Tucci)


Articoli Correlati