“Pronti al tuo Fianco”: nasce in Italia la prima banca dati di farmaci cellulari

Nasce la prima banca di farmaci celluari per aiutare a contrastare il rigetto dopo il trapianto di cellule staminali nei tumori infantili.

Spesso il trapianto è l’unica terapia possibile per contrastare alcuni tipi di tumore nel bambino. Ma non si possono escludere complicazioni causate dal rigetto, sia che le cellule ricevute siano quelle del bambino stesso, sia che invece siano quelle di un donatore. Tale rigetto il più delle volte è causato da agenti patogeni fungini.

La ricerca scientifica per affrontare e superare questo problema ha messo a punto i cosiddetti farmaci cellulari, anch’essi realizzati con cellule del soggetto trapiantato o provenienti da donatori. Queste cellule, adeguatamente “riprogrammate” in laboratorio costituiscono una vera e propria terapia contro questa complicanza, che può essere praticata sia prima che dopo il trapianto.

“Pronti al tuo fianco” è un progetto di Fondazione Soleterre finanziato da Fondazione Just e con partner scientifico il Policlinico San Matteo di Pavia.  Si tratta della prima banca dati di farmaci cellulari in Italia. L’obiettivo è quello di creare una riserva di farmaci cellulari affinché questi siano sempre disponibili e in grado di soddisfare tempestivamente tutte le richieste da parte dei centri di trapianto.

Perché serve una banca di cellule?

Il tempo necessario per la produzione dei farmaci cellulari su misura per il paziente è attualmente di circa 20/30 giorni, un periodo eccessivo per i bambini che si trovano a doverne avere bisogno nell’immediato. Ecco il motivo della esigenza di creare una riserva di queste preziose cellule alla quale attingere ogniqualvolta ce ne sia necessità.

Il progetto di questa banca, che verrà realizzata entro due anni, è condiviso dalla Fondazione Soleterre, dalla Fondazione Just Italia e dal Policlinico San Matteo di Pavia e verrà sviluppato presso l’Unità Operativa Complessa di Oncoematologia Pediatrica della Fondazione Soleterre.

Marco Salvatori, presidente di Fondazione Just Italia, ha commentato: “Le terapie a base di farmaci cellulari rappresentano una delle frontiere più avanzate della oncologia e della medicina moderna; siamo orgogliosi di aiutare la ricerca a compiere un ulteriore passo per salvare la vita di tanti bambini colpiti da tumore e di contribuire a un Progetto davvero unico: creare la prima Banca di farmaci cellulari in Italia”.

Vuoi ricevere altre notizie come questa e restare in contatto con Peter Pan?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Articoli Correlati