Bellet a Siena per illustrare la sua scoperta in oncologia. Avviera? anche collaborazioni con il Policlinico delle Scotte

SIENA – Riuscire ad individuare un tumore  grazie alla misurazione nel sangue di una sostanza presente nella placenta. Questa l?importante scoperta dell?immunologo francese Dominique Bellet che sara? a Siena venerdi? 15 febbraio, per presentare le possibili applicazioni cliniche della sua ricerca. Il professor Bellet e? uno dei massimi esperti internazionali nel settore oncologico. Docente di Immunologia presso l?Universita? parigina Rene?  Descartes, terra? un seminario al policlinico Santa Maria alle Scotte dal titolo ?Antigeni dei tumori placentari e testicolari: dalla scoperta dei geni alle applicazioni cliniche?, ospite del professor Felice Petraglia, direttore del Dipartimento Materno-Infantile. ?Bellet – spiega Petraglia – ha scoperto nella placenta delle proteine che, se misurate con una semplice analisi del sangue, indicano la presenza del tumore ai testicoli. Questo nuovo marker tumorale e? molto indicativo della eventuale esistenza del tumore?. Si tratta di un importante test predittivo in oncologia che potra? essere applicato anche ad altre tipologie di tumore. ?La nostra collaborazione con Bellet – aggiunge Petraglia – punta ad ampliare la possibilita? predittiva del test anche ai tumori femminili, in particolare a quelli che colpiscono utero e ovaio?. La sinergia tra immunologia, oncologia e ginecologia quindi, in questo campo, e? massima e lo stesso Dipartimento Materno-Infantile delle Scotte sta investendo molto nella ricerca sui test per le diagnosi precoci. L?incontro si terra? venerdi? 15 febbraio, alle ore 11, nell?aula 6, del centro didattico. Il professor Bellet, inoltre, ricevera? nel pomeriggio al Teatro dei Rozzi il premio ?Santa Caterina d?oro? per le sue ricerche sui marker tumorali effettuate tra Parigi e Boston, dirigendo il Servizio di Immunologia dei Tumori al prestigioso Ospedale Gustave Roussy. I suoi studi sono stati pubblicati sulle piu? importanti riviste scientifiche internazionali.


Articoli Correlati