Bollino di qualità per i reparti pediatrici

La Fondazione ABIO Italia e la SIP, in collaborazione con PROGEA/Joint Commission International, hanno analizzato i 10 punti previsti dalla Carta dei Diritti dei Bambini e degli Adolescenti in Ospedale e li hanno assemblati in 4 ambiti: accoglienza e supporto; diritti dei bambini, degli adolescenti, dei familiari e informazioni; continuità delle cure e integrazione; specificità delle cure. In ogni area il gruppo scientifico ha identificato degli indicatori di riferimento concreti e misurabili, che consentono di stabilire i livelli di qualità e i comportamenti che i reparti pediatrici sono tenuti a rispettare nella fornitura dei servizi di diagnosi e cura.
All’interno del Manuale per la certificazione della Carta dei Diritti dei Bambini e degli Adolescenti in Ospedale, realizzato da ABIO e SIP, vengono riportati: gli standard, le indicazioni sui livelli di qualità, la valutazione dei livelli di rispetto dei principi della Carta dei Diritti. Il Manuale servirà come strumento trasparente per proporre agli ospedali una metodologia di valutazione e di certificazione dei loro reparti di pediatria, ideato a seguito della visita di esperti specializzati che calcoleranno concretamente quanto il reparto sia in linea con gli standard fissati dal Manuale. In caso di esito positivo, si otterrà la certificazione ABIO/SIP, riservata ai reparti pediatrici che rispettano l’applicazione della Carta dei Diritti dei Bambini e degli Adolescenti negli Ospedali.(Mario Bianconi)

 

 


Articoli Correlati