Buzz, l’alieno e i fantaviaggi

PADOVA – Si chiama ‘Buzz l’alieno e i fantaviaggi’ ed e’ un libro scritto dai piccoli malati di tumore e leucemia che si trovano ricoverati al reparto di Oncoematologia Pediatrica di Padova. L’iniziativa, unica nel suo genere, e’ stata presentata a Palazzo Santo Stefano dall’assessore provinciale alle Politiche sociali Marzia Magagnin, dal consigliere regionale Arianna Lazzarini, dalla presidente Chiara Azzena Girello’ dell’Associazione ‘Team for Children’ che ha curato il progetto, e dalla direttrice Marisa De Danieli del II° Istituto Comprensivo ‘Ardigo”. ‘Il libro e’ stato scritto dai bambini sotto la direzione del maestro Paolo Mailander ed e’ stato poi rielaborato graficamente dall’associazione ‘Team for Children’. La pubblicazione racchiude un messaggio etico importante poiche’ dimostra come i bimbi abbiano una volonta’ maggiore rispetto agli adulti e quanto la loro fantasia sia capace di lavorare nonostante la malattia.’Questo libro – ha detto l’assessore Magagnin – e’ un esempio per tutti e’ un’occasione importante perche’ riesce a sostenere i bambini in un momento di disagio, valorizza il ruolo di chi li affianca tutti i giorni un una delle situazioni piu’ difficili e drammatiche e offre una grande lezione di fiducia nella vita. E’ una piccola opera d’arte, ricca di racconti, poesie, disegni, molto bella graficamente ma soprattutto che fa riflettere, che educa, che trasmette coraggio, che fa emergere la fantasia che caratterizza il mondo dei bambini e consente di sostenere la didattica per motivare i bambini e contribuire alla loro istruzione con l’intervento di docenti che si dedicano con coraggio all’istruzione dei bambini ricoverati’. ‘Ho l’onore di assistere alla consegna ufficiale di questo lavoro – ha sottolineato il consigliere regionale Arianna Lazzarini – che avevo seguito in veste di assessore provinciale pensando che non sarebbe stato un progetto qualsiasi ma un progetto di amore e di vita. Questo libro dimostra che la forza di volonta’ dei bambini nell’affrontare situazioni di difficolta’ e’ spesso maggiore di quella degli adulti. Lavorare per far sbocciare, ogni giorno, un sorriso sulla bocca di un bambino e’ il messaggio che racchiude il grande significato umano e didattico di questo progetto’. Il piccolo alieno Buzz atterra con la sua astronave nel cortile dell’ospedale e i bambini ammalati imparano da lui come uscire dall’ospedale stesso in modo virtuale usando la fantasia. Il libro che partira’ per Monaco il 30 Ottobre e’ stato tradotto in inglese e in tedesco, contiene anche dei disegni da colorare per dare la possibilita’ ai bambini di divertirsi legg o.’Team for children – ha detto Chiara Azzena Girello – ha sostenuto questo progetto per realizzare il sogno dei bambini, e’ un’importante attivita’ di interazione, fantasia, viaggio, possibilita’ di interpretare, vedere la propria esperienza in ospedale come un’esperienza potente e raccontabile anche al di fuori dello stesso. Noi con ‘Buzz, l’alieno e i fantaviaggi’ vogliamo dimostrare che anche durante la malattia la vita del bambino continua frequentando la scuola e lavorando attivamente a progetti importanti come questo’. La Provincia di Padova ha voluto cosi’ contribuire al progetto per premiare l’impegno dei bambini, due dei quali sono nel frattempo deceduti’ e per dare un messaggio di speranza a quanti, grandi e piccini, lottano contro tumori e leucemie. Il libro non sara’ in’ vendita ma sara’ a disposizione in cambio di una donazione. Il ricavato sara’ devoluto per l’acquisto di materiale didattico per la scuola in ospedale.


Articoli Correlati