Copia di Pagine animate: La Biblioteca di Peter Pan

Pagine animate: la “Biblioteca di Peter Pan”

Dal 2007, in collaborazione con la Dott.ssa Laura Anfuso, esperta di animazione e promozione della lettura, stiamo portando avanti un progetto volto a rendere sempre più importante lo spazio dedicato alla lettura all’interno delle case di accoglienza dell’Associazione Peter Pan. Al momento attuale la Biblioteca possiede circa 600 libri, in parte donati da alcuni editori o acquistati per mezzo di fondi messi a disposizione dell’Associazione e di una campagna di raccolta fondi organizzata grazie alla Dott.ssa Anfuso.
La selezione dei titoli è stata curata dalla stessa Dott.ssa Laura Anfuso.
E’ nostro desiderio che il progetto della Biblioteca di Peter Pan cresca, diventi più strutturato, coinvolga più volontari, possa essere un modello per per le case di accoglienza.
Il progetto mira alla creazione di un spazio dedicato alla lettura e nasce dalla convinzione che un libro di qualità possa costituire per i bambini e per i ragazzi, sia sani che malati, uno strumento valido per svagarsi, divertirsi, incuriosirsi, lasciarsi trasportare dalla fantasia e dall’immaginazione. I nostri piccoli ospiti, sono costretti dalla malattia a rimanere per molto tempo lontani dalla propria casa, dalla scuola, dagli amici.
Favorire in loro l’interesse per la lettura costituisce un’opportunità di crescita a livello cognitivo, emotivo ed espressivo e offre loro un messaggio di fiducia per il futuro e pPromuovere il loro benessere fa parte della cura,

  • Il progetto prevede:
    – la creazione di una biblioteca strutturata con libri di diversa tipologia, selezionati per appagare le esigenze di diverse fasce d’età (0-18 anni);
    – la formazione di volontari per la lettura animata e la selezione dei libri;
    – la strutturazione di un servizio di prestito dei libri;
    – l’organizzazione di incontri periodici di lettura animata, accompagnata da laboratori creativi/espressivi.

I libri che verranno raccolti nella Biblioteca potranno essere presi in prestito dai bambini/ragazzi al fine di poterli leggere nelle case di Peter Pan o in ospedale, in compagnia dei propri genitori, insieme ad altri piccoli amici, da soli nelle proprie stanze in ospedale.
Per i bambini più piccoli la responsabilità della presa in prestito e della restituzione sarà dei genitori, mentre i più grandi saranno direttamente responsabili della cura e della scelta del libro. Ciò al fine di renderli autonomi in un periodo in cui l’autonomia è a loro negata.
Periodicamente i volontari formati sceglieranno dei libri della Biblioteca per proporre ai bambini/ragazzi delle letture animate collegandole ad attività di laboratorio. Il tutto sarà calibrato in base alle esigenze e alle condizioni fisiche degli ospiti delle Case.
Si preferiranno libri che favoriscano suggestioni e creatività, e che stimolino l’immaginazione e lo spirito critico.
I laboratori potranno prevedere molteplici attività, ad esempio: collage, drammatizzazione, costruzione dei personaggi della storia, invenzione di nuove storie, etc.
Gli educatori che operano nei reparti di Oncologia Pediatrica, potranno chiedere in prestito i libri della Biblioteca.

Il 26 settembre è iniziato il seminario di formazione “Il respiro della Lettura – Illustrare con la voce e con il corpo”, a cura della Dott.ssa Laura Anfuso, a cui stanno partecipando 10 volontari selezionati dalle èquipe associative Wendy, Pifferai e Trilly.

Questo è un primo passo verso la realizzazione di questo progetto che con la volontà, la creatività e l’impegno di tutti potrà regalare Pagine Animate di fantasia, di immagini e di emozioni ai nostri piccoli e grandi ospiti.

Un ringraziamento particolare e sentito va a Petra Perazzini, che ha voluto donare moltissimi libri ai bambini di Peter Pan, e a Leo Bergamin e ai suoi amici per il sostegno dimostrato al progetto.

E’ possibile vedere il filmato dedicato al progetto e andato in onda su TV2000 il 25 novembre 2009 sul sito www.lacompagniadellibro.it al link:

Il Laboratorio delle Stelle

I piccoli ospiti delle Case di Peter Pan, insieme ai loro genitori, possono esprimere la loro creatività partecipando al “Laboratorio delle Stelle”, un’attività didattica che prevede la realizzazione di manufatti artistici realizzati in ceramica e non solo…
Il laboratorio, avviato grazie al prezioso aiuto della nostra amica Liana, direttrice della Cooperativa “La Stelletta”, è coordinato e diretto da volontari di Peter Pan, e viene regolarmente tenuto due volte al mese in ciascuna delle Case di Peter Pan.
I manufatti in ceramica vengono poi consegnati alla “Stelletta” per essere cotti e successivamente colorati a mano!

English is fun

L’inglese attraverso il gioco, le attività manuali, le canzoni, il divertimento…
Un progetto a cura della Dott.ssa Adriana Cantisani
Come hanno imparato a parlare i Vs. bambini? All’età di circa due anni quando riuscivano già ad esprimersi avevano forse studiato la grammatica su testi scolastici? Ovviamente la risposta è no. Evidentemente i nostri figli avevano assorbito il linguaggio attraverso altre fonti. Si tratta delle esperienze dirette che specie con il gioco relazionano il bambino con il mondo esterno, linguaggio compreso.
Da questa osservazione è partito lo studio che ha portato la Dott.ssa Adriana Cantisani, laureata all’Università della California, a sviluppare in più di 5 anni il metodo English is Fun!® basato sull’insegnamento dell’inglese attraverso esperienze dirette.
Lo studio si è poi allargato alla realizzazione e sperimentazione di materiale originale che le ha consentito di sviluppare un programma vario ed articolato diviso in tante “unità di apprendimento” indipendenti.
Questo tipo di approccio innovativo ha destato l’attenzione della più importante catena di scuole di lingue, British Institutes® che ha avviato una produttiva collaborazione con English is Fun!®
Il metodo
Il programma English is Fun!® è stato creato appositamente per equilibrare attività atte a sviluppare le diverse abilità dei bambini dai 3 agli 8 anni. Le attività sono concepite per aiutare lo sviluppo sociale, emotivo, fisico, ed intellettuale del bambino presentando la nuova lingua in maniera divertente attraverso giochi, canzoni, balli, mimica, attività manuali, solo per citarne alcune. Siccome il programma è basato su esperienze di apprendimento e non su rigide strutture grammaticali, non esiste un punto di inizio.
Ogni bambino può partecipare a qualsiasi lezione in qualsiasi momento senza “rimanere indietro.”
Le abilità a colori
Imparare una lingua straniera, o qualsiasi altra cosa d’altronde, è molto diverso per un adulto rispetto ad un bambino. Infatti, l’adulto conosce già il mondo intorno a lui ed in teoria, tutto quello che deve fare per imparare un nuova lingua è prendere i vocaboli e la grammatica e metterli insieme. In pratica, sappiamo che ci vuole molto, molto di più. Ascoltare, ripetere, scrivere, e leggere sono solo alcune delle abilità necessarie che nell’adulto sono già state perfezionate. Il bambino è ancora in una fase della vita nella quale sta acquisendo informazioni che svilupperanno queste abilità. Infatti, se il bambino non ha ancora imparato a leggere ed a scrivere nella sua lingua madre, come possiamo parlare di “studiare” una grammatica straniera nel senso tradizionale?
La vita è ancora una esperienza relativamente nuova per il bambino che incontra continuamente nuovi stimoli. Questi stimoli sono elaborati in una maniera complessa che trascende le schematiche di apprendimento dell’adulto. Per poter imparare qualsiasi cosa, il bambino deve sviluppare abilità che lo aiutano a crescere nei quattro principali aspetti della vita: quello sociale, emotivo, fisico ed intellettuale. Queste abilità sono divise in sei categorie.
Le prime tre sono ulteriormente divise in sottocategorie. Per facilitarne la comprensione, sono state colorate in maniera diversa:
ABILITÀ FISICHE
– Motricità fine
– Motricità corporea
– Esperienze sensoriali
ABILITÀ SOCIO-EMOTIVE
– Autostima
– Riconoscimento di sé e delle proprie emozioni
– Gioco simbolico
– Interazioni con altri
ABILITÀ COGNITIVE
– Riconoscimento dello schema corporea
– Gioco di scoperta/gioco euristico
– Abilità linguistiche
– Abilità di ascolto
– Abilità spaziale e temporale
– Classificazione e seriazione
ALTRE ABILITA’
– Riconoscere i colori e le forme
– Espressione creativa
– Musica e ritmo
Come funziona?
Il programma è diviso in singole unità di apprendimento indipendenti di circa 50 minuti l’una.
Le unità sono presentate in un ordine che permette una sequenza logica e temporale ma che non la richiede necessariamente. L’ unità di una settimana non dipende da quella della settimana precedente né è necessaria per quella della seguente.
Quindi il bambino si confronta con una “pillola settimanale”, che ha già un suo significato ben preciso presa singolarmente, giocando nel frattempo con i coetanei. Non sta studiando ma sta giocando ed imparando l’inglese!
 

Pagine animate

La Biblioteca di Peter Pan

UN MESSAGGIO DI FIDUCIA PER IL FUTURO
Il progetto mira alla creazione di uno spazio dedicato alla lettura e nasce dalla convinzione che un libro di qualità possa costituire per i bambini e per i ragazzi uno strumento valido per svagarsi, divertirsi, incuriosirsi, lasciarsi trasportare dalla fantasia e dall’immaginazione.
I nostri ospiti, affetti da malattie onco-ematologiche, rimangono per molto tempo lontani dalla propria casa, dalla scuola, dagli amici; la loro vita viene scandita dai tempi delle terapie.
Pensiamo che favorire in loro l’interesse per la lettura costituisca un’opportunità di crescita a livello cognitivo, emotivo ed espressivo. Promuovere il loro benessere fa parte della cura; così facendo
si offre loro un messaggio di fiducia per il futuro.

NEL 2009 NASCE LA COMPAGNIA DELLE PULCETTE
Alcuni volontari, selezionati dall’Associazione, hanno partecipato ad un corso di formazione tenuto da una docente esterna esperta di animazione e promozione alla lettura. Grazie a questa esperienza hanno acquisito strumenti per analizzare la produzione della piccola e media editoria italiana, appreso come si riconosce un libro qualitativamente valido grazie all’osservazione iconica e grafica presente nel testo, acquisendo tecniche e strumenti concettuali fondamentali per valutare, scegliere e selezionare i libri destinati alla nostra futura Biblioteca.

LA BIBLIOTECA
La consapevolezza dell’importanza di uno specifico spazio dedicato alla lettura di qualità rivolta a bambini e ragazzi fa nascere nel 2009 il progetto, inizialmente denominato “Pagine Animate”, che prevede la costituzione, nella Grande Casa di Peter Pan, di una vera e propria Biblioteca stutturata con libri di diversa tipologia, scelti, selezionati e suddivisi per fasce di età.
Il progetto promuove il progetto nazionale NATI PER LEGGERE.(???)
Grazie alle generose donazioni di aziende e di privati siamo riusciti ad acquistare più di mille libri scelti fra testi classici di letteratura per l’infanzia e per l’adolescenza, libri illustrati, libri d’arte, pop up, silent-book, libri tattili.
Affrontare testi di importanti autori ed illustratori con i nostri piccoli ospiti ci ha permesso di farli partecipare ad interessanti laboratori artistico-creativi ambientati presso musei, biblioteche, librerie,associazioni culturali.

DESIDERI
E’ nostro desiderio che il progetto della Biblioteca di Peter Pan cresca, diventi più strutturato, coinvolga più volontari, possa essere un esempio per l’Oncologia Pediatrica e, soprattutto, garantisca un ottimo strumento per la cura e l’accoglienza rivolte ai piccoli ospiti delle Case di Peter Pan.
E’ nostro desiderio quello di organizzare iniziative di lettura animata più frequenti e di ripetere quelle che hanno riscosso maggiore successo anche nei reparti di oncologia ed ematologia pediatrica del Bambin Gesù e del Policlinico Umberto I. Ma per fare questo abbiamo bisogno di aiuto sia in termini di risorse finanziarie che di risorse umane.

IL SIGNOR FORMICA
La Compagnia delle Pulcette, mercoledì 23 maggio, si è messa all’opera per portare la storia del “Signor Formica”, in modalità Kamishibai, alla Casa di Peter Pan. 
Si tratta di un albo illustrato della casa editrice Artebambini dove si narra di un divertente Signor Formica che ha la fortuna di trovare un grande, dolce e buon pisello con cui riempirsi la pancia.
E’ stato tutto realizzato con semplicità e amore: le formiche, sagome perfette, ritagliate con maestria, il pisello  un comodo cuscino su cui sedersi e un piccolo tavolo dove appoggiare il kamishibai.
I bambini ospiti della casa erano: Gloria, Lino, Joseph, Darius, Areeg, Robert e Leonardo e i loro genitori.
La formazione dei volontari del gruppo della Biblioteca dei Libri Animati era tutta schierata: Dina, Chiara, Enza, Michetta, Livia, Simone, Marta; in più c’erano Julia, Maria Luisa e Anna Maria.

>>> scarica l’allegato in fondo alla pagina  

Il_signor_Formica.pdf

Scuola Solidale

Le attività del Progetto comprendono:
realizzazione di elaborati (articoli, disegni, poesie, favole) inerenti il tema del volontariato e della solidarietà da pubblicare sugli organi d’informazione dell’Associazione Peter Pan;
raccolta di fondi con iniziative quali rappresentazioni teatrali, mostre, concerti, merende, etc.;
partecipazione ai concorsi annuali indetti dalla nostra Associazione.
Modalità di partecipazione ai concorsi:
– presentazione dell’Associazione e del Progetto al dirigente scolastico;
– esposizione del Progetto al Collegio dei Docenti e al Consiglio d’Istituto;
– illustrazione del Progetto nelle singole classi da parte dei volontari dell’Associazione.
I Progetti “Scuola Solidale”
Anno scolastico 2010-2011
“IO MI ESPRIMO COSI’: diverso linguaggi per comunicare sogni, desideri e bisogni reali”
Anno scolastico 2009-2010
“IL BELLO INTORNO A NOI: scoprirlo, apprezzarlo, valorizzarlo e condividerlo”
Anno scolastico 2008-2009
“Io e gli altri: insieme con… Arte”
Anno scolastico 2007-2008
“Percorsi possibili suggeriti dai ragazzi per i ragazzi”
Anno scolastico 2006-2007
“Filastrocca in classe: la ricetta scacciapaura”
Anno scolastico 2005-2006
“Il mio dottore lo vorrei così”
Anno scolastico 2004-2005
“Il mercatino della solidarietà”

SI E’ CONCLUSO  IL CONCORSO SCUOLA SOLIDALE 2011-2012

Per l’anno scolastico 2011-2012,  l’Associazione PETER PAN,  nell’ambito del progetto Scuola Solidale, ha  bandito  il concorso “VOLARE  ALTO COME PETER PAN… Obiettivi e valori che aiutino a crescere nella famiglia, nell’amicizia e nella scuola”.

Il progetto Scuola Solidale, giunto quest’anno alla sua ottava edizione, ha lo scopo di sensibilizzare i bambini della scuola primaria, della scuola secondaria di I  grado alle problematiche del cancro infantile e di promuovere un collegamento più stretto tra il bambino ospedalizzato ed il bambino sano.

 I destinatari erano gli alunni delle scuole primarie e secondarie di I  grado di Roma e Provincia che sono stati  invitati ad inviare una  FOTOGRAFIA CON BREVE COMMENTO  sul tema del concorso.

Dai lavori ricevuti abbiamo compreso come gli alunni  abbiano centrato appieno il tema sviluppandolo in maniera originale e fantasiosa, riflettendo sull’importanza degli affetti, riscoprendo l’accoglienza dell’altro come valore, la dimensione dell’amicizia, la condivisione e il senso di stare uniti per arrivare ad un obiettivo comune.

In un secondo momento, anche i bambini ospiti delle Case di Peter Pan hanno lavorato su queste foto ed hanno regalato un “quadro” ai vincitori della “Giuria dei Piccoli”, la classe II primaria  del Liceo Spagnolo  Cervantes.

I volontari insieme ai bambini hanno riscoperto il senso unico e speciale di far parte del nostro progetto ancora una volta.

Ecco le classi premiate:

PREMIO

CLASSE

ORIGINALITA’

VA Scuola Elementare Principe di Piemonte

RISPONDENZA AL TEMA DEL CONCORSO

II Primaria Liceo Spagnolo Cervantes

CONDIVISIONE E LAVORO DI GRUPPO

IVC Scuola Elementare Principe di Piemonte

INTERCULTURA

IID Istituto G. Leopardi

COMPLETEZZA NELLA COMUNICAZIONE

I Primaria Istituto Comprensivo Leone XIII

 

Ringraziamo tutti coloro che hanno creduto e che continuano a credere che INSIEME si possa VOLARE IN ALTO COME PETER PAN!!!!!!!!!

Un GRAZIE SPECIALE ai bambini, insegnanti, genitori, volontari e Dirigenti Scolastici delle scuole di Roma e Provincia che hanno partecipato: l’Istituto Comprensivo “Leone XIII” di Carpineto Romano, la Scuola Elementare “Principe di Piemonte” di Roma, l’Istituto “G. Leopardi” di Roma, il Liceo Spagnolo “Cervantes” di Roma e l’Istituto Comprensivo di Poli, plesso “San Gregorio da Sassola”.

IL GRUPPO SCUOLA SOLIDALE