Collaborazione Ilt-Gaslini per robot riabilitatori

GENOVA – L’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) punta ad avviare una collaborazione con l’Istituto pediatrico Giannina Gaslini per studiare insieme robot dedicati alla neuroriabilitazione infantile. E’ stato annunciato stamani a margine del convegno ”Neuroriabilitazione robotica dell’arto superiore”, promosso da IIT e ospedale pediatrico Bambino Gesu’ di Roma fino a domani nella sede dell’Istituto genovese in Valpolcevera. ”In futuro vorremmo aprire un piccolo laboratorio di robotica al Gaslini – ha spiegato uno dei presidenti del convegno, Pietro Morasso, docente di Bioingegneria all’Universita’ di Genova -; i robot per la neuro riabilitazione di adulti, allo studio nel mondo da una decina di anni e oggi utilizzati in alcuni centri ospedalieri italiani come la Fondazione Don Gnocchi a Milano o la Fondazione Maugeri a Pavia, non sono adatti ai bambini per dimensioni e funzionalita’ e anche a livello mondiale per ora ci sono applicazioni molto limitate”. Come illustrato dal copresidente del convegno Enrico Castelli, dirigente del dipartimento riabilitazione dell’ospedale pediatrico Bambino Gesu’, la neuroriabilitazione robotica  ”e’ ancora un’attivita’ di ricerca con un’iniziale applicazione clinica”, che permette il recupero delle funzioni motorie dopo danni cerebrali causati da ictus, patologie centrali e a livello spinale e traumi cranici. Il Bambino Gesu’, in collaborazione con l’Universita’ la Sapienza di Roma, ha gia’ brevettato una macchina che permette a un bambino piccolo di imparare a stare in equilibrio quando questa facolta’ sia stata compromessa da traumi al sistema centrale.


Articoli Correlati