Comunicazione: un premio letterario per raccontare la malattia oncologica

ROMA – L’Associazione Onlus Moby Dick organizza la prima edizione del premio letterario nazionale "Un ponte sul fiume guai" aperto a racconti inediti sul tema del cambiamento di prospettiva esistenziale legato alla malattia oncologica. Il concorso propone ai partecipanti di narrare, attraverso l’episodio che ritengono più significativo, com’? avvenuto il passaggio dalla comprensibile disperazione legata alla scoperta di una malattia oncologica alla coraggiosa rivalutazione del senso e del valore della vita quotidiana, a partire da quegli aspetti minimali che l’esperienza di malattia e la minaccia di morte permettono di valutare in modo nuovo. L’ottica ? rivolta agli insegnamenti di vita che una malattia grave pu? lasciare, al di l? della sofferenza.
Il premio ? aperto a tutti coloro che desiderano esprimere e condividere emozioni e vissuti legati alla loro esperienza della malattia oncologica. Pazienti che vivono o hanno vissuto l?esperienza di malattia in prima persona; operatori sanitari o volontari che assistono  professionalmente i malati; familiari e amici; infine tutti coloro che attraverso un racconto sappiano descrivere un’esperienza – reale o immaginata – di superamento delle avversit? che la malattia impone.
L’associazione Moby Dick si propone di dare voce al bisogno di esprimere la sofferenza, interrompere l’isolamento di chi vive la malattia con un senso di disagio amplificato dallo stigma sociale legato al cancro, che fino a poco tempo fa rappresentava un tab?. I racconti inediti, di lunghezza non superiore a 6 cartelle – 12.000 battute – dovranno essere attinenti al tema, con specifiche considerazioni sulle dinamiche interiori, le emozioni e le trasformazioni vissute nel corso dell’esperienza legata alla malattia oncologica.
Ciascun autore potr? partecipare con un solo racconto da inviare insieme alla scheda di iscrizione entro il 21 settembre.
I racconti saranno valutati dalla giuria del premio composta da esperti dell’associazione Moby Dick e da esponenti della Scuola di Scrittura creativa di Roma "Omero": Maurizio Cianfarino, presidente dell’associazione Moby Dick; Giancarlo De Cataldo, scrittore; Luca Lippera, giornalista de Il Messaggero; Bianca Pescatori, psicologa e psicoterapeuta; Francesco Piccolo, scrittore e sceneggiatore; Paolo Restuccia, giornalista e autore radiofonico, responsabile della Scuola di Scrittura creativa "Omero"; Raffaell  Restuccia, vicepresidente dell’associazione Moby Dick e psicoterapeuta; Enrico Valenzi, direttore della scuola di Scrittura creativa "Omero".
La cerimonia di premiazione ? prevista per il mese di dicembre. Nell’occasione saranno letti alcuni tra i racconti più belli. Le opere premiate ed eventuali altri racconti segnalati dai giurati saranno pubblicati in un volume curato dall’associazione – i cui proventi saranno devoluti per le attivit? di volontariato di Moby Dick a favore dei pazienti – e verranno inoltre pubblicati on line sul sito Internet di Moby Dick.
Le domande di iscrizione e i racconti dovranno pervenire tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, o recapitati di persona, in busta chiusa indirizzata a: Premio letterario "Un ponte sul fiume guai" Associazione Moby Dick Via Novara 41 – 00198 Roma.


Articoli Correlati