Con mezzo kg di carne rossa a settimana piu? rischi cancro

ROMA – Filetti e bistecche con il contagocce, se si vuole restare in salute e ridurre al minimo i rischi di cancro al colon. "Basta infatti poco piu’ di mezzo chilo (510 grammi ovvero 18 once) di carne rossa a settimana per vedere aumentare le probabilita’ di ammalarsi di questo big-killer del mondo occidentale". L’avvertimento proviene dall’American Institute  for Cancer Research che rileva anche come "troppo spesso frutta e verdura vengono considerati solo cibi di accompagnamento alle portate principali, quasi sempre a base di carne rossa". Da qui l’invito a ripensare i menu’ quotidiani, per ridurre i quantitativi di bistecche ‘and co.’, e dunque anche le probabilita’ di ammalarsi di tumore del colon. Per farlo e’ stata ‘ingaggiata’ Sally Scroggs, esperta nutrizionista e dietista dell’Anderson’s Cancer Prevention Center. La prima regola da seguire e’ quella di trasformare "i vegetali in piatti principali. Due terzi delle pietanze che si mettono a tavola – rivela Scroggs – devono essere costituiti da frutta e verdura. E dunque – aggiunge con un pizzico di ironia – invece di chiedersi cosa sta bene accoppiato con una braciola di maiale, chiedetevi cosa si accompagna al meglio con un piatto di broccoli o di patate". La seconda regola riguarda la dimensione delle porzioni. "Non superare tassativamente le 18 once di carne a settimana, ossia il mezzo chilo, perche’ per ogni 40 grammi in piu’ – prosegue la dietista – i rischi di sviluppare il cancro al colon aumentano del 15[%]". Terzo ‘comandamento’ per mettere in scacco il tumore dell’intestino e’ quello di "tenersi il piu’ possibile alla larga dalla carne insaccata, come salami e salsicce che andrebbero riservate solo per poche occasioni". Per non essere solo disfattisti, Scroggs ricorda che, in quantita’ moderate, la carne rossa e’ importante per una dieta bilanciata, "perche’ – conclude – fornisce all’organismo una serie di nutrienti tra cui proteine e vitamina B12".


Articoli Correlati