Da oggi è vietato produrre i biberon in plastica

Da oggi 1° marzo entra in vigore il divieto di produrre biberon e materie plastiche contenenti Bisfenolo A (BPA), tale divieto è stato sancito da una Direttiva Europea pubblicata il 28 gennaio scorso: inoltre, dal 1 giugno 2011, questo divieto sarà esteso anche alle importazioni di biberon che contengano questo materiale.

Ricordiamo che il Bisfenolo A viene usato per la produzione dei policarbonati che poi vanno a comporre la plastica che andrà usata per produrre i biberon: questi componenti sono tossici e ad alte temperature ( come quelle usate per scaldare i biberon) questi possono contaminare gli alimenti.

 Gli effetti della contaminazione sul corpo vanno ad interferire con il sistema ocrino, che quindi interagisce in maniera non corretta con il sistema ormonale, causando pubertà precoce e tumori al seno e alla prostata: inoltre si pensa che possa causare problemi di natura neurologica.

Quindi, l’ nativa per i neonati che non vengono allattati al seno saranno i biberon di vetro, che non contengono BPA e sono quindi sicuri per la salute dell’uomo: Adeline Farrelly, Segretario Generale di FEVE (Federazione Europea dei contenitori in vetro) , esprime la sua piena soddisfazione per questo divieto e tiene a precisare che, i contenitori in vetro vengono usati ampiamente nei test tossicologici, non necessita di andare in discarica perchè e’ riciclabile al 100% e all’infinito.

Inoltre, qualora andasse gettato nelle discariche viene accettato tranquillamente, in quanto, non necessita di ulteriore verifica perché non è pericoloso per l’ambiente.

 


Articoli Correlati