Ecco Chiccosorriso, a Roma Informa Bimbi su leucemia

ROMA – Ventimila bambini delle scuole primarie dei Municipi VI, VIII, XI, XII, XIII, XV, XVII, XVIII, XX del Comune di Roma sono stati protagonisti dell’iniziativa ‘ChiccoSorriso’, la campagna di sensibilizzazione voluta da Admo, la onlus il cui scopo principale e’ informare sulla possibilita’ di combattere la leucemia e altre neoplasie del sangue, con il patrocinio dell’assessorato alle Politiche educative scolastiche, della Famiglia e della Gioventu’ del Comune di Roma e in collaborazione con Sodexo, la societa’ cui e’ affidato il servizio di ristorazione scolastica in queste scuole. L’appuntamento che ha dato il via alla campagna si e’ svolto questa mattina presso la scuola elementare ‘Renzi’ nel territorio del XII Municipio. La giornata, promossa in occasione dei venti anni dalla fondazione dell’Associazione donatori midollo osseo, ha visto coinvolti, insieme all’assessore capitolino alle Politiche educative e scolastiche, Laura Marsilio e al presidente del XII Municipio, Pasquale Calzetta, personalita’ del mondo medico, il dottor Luca Laurenti, della Divisione di Ematologia del Policlinico Gemelli, del volontariato, il presidente nazionale Admo, Paola De Angelis e il presidente Admo Regione Lazio, Luigi Minervini, e di Sodexo, il direttore della divisione scuole, Oskar Bevk e il direttore regionale scuole centro-sud, Antonio Bellopede. La giornata e’ stata un’opportunita’ per fornire uno spunto di riflessione sull’attivita’ dell’associazione e favorire la diffusione di una cultura della solidarieta’. Admo e Sodexo hanno distribuito la fiaba ‘Il Paese del Sorriso’, un racconto della collana narrativa Admo, scritta da un bambino e vincitrice di un concorso realizzato con il patronato del ministero dell’Istruzione e con l’alto patronato del presidente della Repubblica italiana per il grande valore morale ed educativo. Partendo dal concetto di amicizia, cosi’ come la vedono i piu’ piccoli, la fiaba ha lo scopo di avvicinare gradualmente i bambini al concetto di solidarieta’ e di tenere viva la speranza di sconfiggere malattie come la leucemia e altre neoplasie. Il tono affascinante con il quale e’ affrontato il tema del dono, i disegni accattivanti, l’originalita’ del testo e dell’idea comunicativa sono esattamente il punto forza del libretto, appositamente pensato da bambini per i bambini. Ma Admo e Sodexo hanno pensato anche a coloro che bambini non lo sono piu’: l’invito rivolto ai genitori e agli insegnanti e’ quello di leggere insieme ai piu’ piccoli la fiaba per affrontare insieme il concetto di solidarieta’ inteso come gesto d’amore verso l’altro. Una lettera di accompagnamento scritta da psicologi ha chiarito ulteriormente gli intenti della pubblicazione, offrendo agli adulti spunti di riflessione e occasioni di approfondimento sul tema affrontato.A coronamento dell’iniziativa, i poster affissi nelle sale di refezione e all’ingresso delle scuole sono stati un ulteriore valido strumento di stimolo per suscitare nei bambini interesse verso la giornata. A chi si e’ chiesto il perche’ della scelta del pranzo a scuola come momento privilegiato per una comunicazione cosi’ importante ha risposto Antonio Bellopede di Sodexo: "Il pranzo a scuola non e’ solo un’occasione per mangiare sano, ma anche un momento di formazione e socializzazione, durante il quale il bambino puo’ confrontarsi con i compagni e gli insegnanti sulle corrette abitudini alimentari e su temi delicati quali la solidarieta’, il volontariato, l’assistenza". ChiccoSorriso e’ "un’importante iniziativa di sensibilizzazione che mira a promuovere i valori della solidarieta’ e della condivisione tra i piu’ piccoli- ha commentato Laura Marsilio, assessore alle Politiche educative e scolastiche del Comune di Roma- Il momento del pasto nella mensa scolastica rappresenta inoltre un’occasione in piu’ per gli alunni per stare insieme e condividere cibo ed emozioni, un tavolo attorno al quale far circolare notizie e pensieri, un momento educativo dove si possono con tranquillita’ far passare messaggi importanti come la solidarieta’ verso i meno fortunati e la partecipazione". Attraverso questa iniziativa, conclude Marsilio, "si vuole inoltre rinnovare la costante attenzione alla salute, al benessere e alla prevenzione".


Articoli Correlati