Elettrosmog ? L?esperto ISS: per i bimbi rischio doppio leucemie per alta tensione

Attenzione all’alta tensione. Un avvertimento che vale soprattutto per i genitori dei bambini, che più degli adulti possono subire conseguenze negative dall’esposizione ai campi elettromagnetici emessi dai tralicci dell’alta tensione vicino casa o scuola. La letteratura scientifica ha stabilito che per i bambini "esiste un rischio doppio di leucemie statisticamente rilevante. Il che significa – spiega Alessandro Polichetti, ricercatore del dipartimento di tecnologie e salute dell’Istituto superiore di sanit? – che ci sono evidenze tra l’esposizione dei bambini a campi elettrici e magnetici e l’insorgenza di neoplasie, anche se non si possono escludere altri fattori scatenanti".
Questa mattina a Roma, nella sede dell’Iss, si ? aperto il convegno ‘Salute e campi elettromagnetici’, organizzato in collaborazione con il Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ccm) del ministero della Salute.
"In poche parole – dice Polichetti – esiste un’associazione credibile di causa-effetto fra leucemie infantili e campi elettromagnetici. L’evidenza scientifica di questa relazione tecnicamente viene definite ‘limitata’, cio? a met? fra ‘inadeguata’ e ‘sufficiente’ (cancerogenica)”. La questione ? dunque evidentemente delicata, e gli esperti di elettrosmog nel definire i rischi per la salute sembrano camminare ‘sulle uova’. Una cosa per? sembra possibile affermarla: "Allo stato attuale – continua il ricercatore dell’Iss – ci sono più evidenze scientifiche dei danni alla salute provocati dai tralicci dell’alta tensione, quando sono molto vicini, che di quelli creati dai cellulari". I campi Elf, quelli generati dai cavi dell’alta tensione ma anche dagli elettrodomestici, "nella classificazione internazionale delle sostanze cancerogeniche sono classificati alla stregua dello scarico dei motori e del caff?".


Articoli Correlati