Farmaci: FDA, ok ad antileucemico Bayer-Genzime per pazienti con diagnosi recente

ROMA – Via libera della Food and Drug Administration all’uso del farmaco anti-leucemia Campath in pazienti con diagnosi recente. Ad annunciarlo sono le due aziende Bayer e Genzyme Corporation. Il medicinale attualmente ? somministrato contro la leucemia linfocitica cronica a cellule B (B-CLL) a malati che non hanno avuto benefici dalle altre terapie disponibili.
E’ la più comune forma di leucemia nel Nord America e in Europa ed ? caratterizzata dalla proliferazione e dall’accumulo di piccoli linfociti nel midollo osseo, nel sangue e in altri organi.
L’annuncio dell’allargamento dell’utilizzo del farmaco sembra non aver portato bene alla Bayer, le cui azioni sono scese dello 0,2[%]. ”Campath ? un importante agente per il trattamento di prima linea della leucemia linfocitica cronica”, afferma Peter Hillmen, a capo dello studio pilota che ha confrontato la molecola con la terapia standard a base di chlorambucil.
Per Gunnar Riemann, componente del board di Bayer Schering Pharma, la possibilit? di usare Campath precocemente farà la differenza nella battaglia contro la leucemia. ”Potr? aiutare i pazienti – spiega – offrendo un approccio terapeutico più efficace, che potr? allungare la sopravvivenza senza progressione della malattia”.
Il farmaco ? stato sviluppato da Genzyme e viene commercializzato da Bayer Schering Pharma AG, grazie a un accordo con l’azienda biotech, mentre negli Stati Uniti ? commercializzato dall’affiliata negli Usa Bayer HealthCare Pharmaceuticals.
Le due aziende stanno sviluppando il farmaco per altri usi in oncologia, sclerosi multipla e altre indicazioni ancora. Fuori dagli States il medicinale ? noto come MabCampath.


Articoli Correlati