Giornata nazionale del sollievo, le iniziative in Emilia-Romagna

BOLOGNA – Diffondere la cultura e le terapie di lotta al dolore. Con questo obiettivo si svolge domenica 30 maggio la Giornata del sollievo, promossa dal Ministero della salute, dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e dalla Fondazione nazionale ?Gigi Ghirotti?. Un depliant e un righello per la misurazione del dolore da usare in ogni luogo di cura, un convegno il 20 maggio a Bologna per fare il punto sulla rete regionale per la lotta al dolore, iniziative delle Aziende sanitarie e delle associazioni di volontariato sono le modalit? con cui l?Emilia-Romagna aderisce alla Giornata, che ha il suo culmine domenica 30 maggio, ma che comprende eventi che si protraggono fino a giugno. Il depliant, dal titolo ?Valutiamo insieme il dolore?, contiene il righello in cartone plastificato che riporta la scala numerica rivolta agli adulti (NRS, Numerican Rating Scale) e la scala pediatrica (FPS, Facies Pain Scale). Questo strumento ? messo a disposizione di medici e pediatri di famiglia e del personale sanitario impegnato in ospedale, in day hospital, in hospice e negli altri luoghi di cura. Il risultato della misurazione del dolore ? registrato nella cartella clinica dell?ammalato, come ogni altro dato clinico di interesse. L?iniziativa sostiene inoltre l?applicazione della legge ?Disposizioni per garantire l?accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore? (legge 38/2010, approvata dal Parlamento lo scorso marzo), che rende obbligatoria la misurazione del dolore e la sua registrazione nella cartella clinica del paziente. Durante il convegno, che si tiene all?Auditorium della Regione Emilia-Romagna (Viale Aldo Moro, 18) il 20 maggio con inizio alle 9, vengono presentati i risultati dell?indagine sul dolore percepito in ospedale, realizzata lo scorso anno con il coinvolgimento dei Comitati ?Ospedale-territorio senza dolore? e con il contributo del volontariato; la tavola rotonda in programma nel pomeriggio offre l?opportunit? per un confronto aperto sul tema del dolore, per condividere esperienze e strumenti di lavoro nel percorso di umanizzazione delle cure. Convegni e conferenze, stand informativi negli ospedali e nei luoghi di aggregazione, iniziative musicali, proiezione di film, mostre, aste di beneficenza, corsi di formazione per gli operatori sanitari sono organizzati fino a giugno inoltrato dalle Aziende sanitarie, dai Comuni, dalle associazioni di volontariato (Associazione nazionale tumori, Lega italiana per la lotta ai tumori, Istituto oncologico romagnolo, Fondazione Seragnoli, Associazione assistenza domiciliare pazienti oncologici, Amici di Isal, Associazione italiana contro le leucemie, Curare il dolore, Associazione genitori ematologia oncologia pediatrica, Insieme per il dolore). Per ulteriori informazioni, consultare il portale web del Servizio sanitario regionale dell?Emilia-Romagna.


Articoli Correlati