?Gratta e vinci? per sostenere ospedale Bambino Gesu?

ROMA – Comprare un ?gratta e vinci? e sostenere la ricerca scientifica contro le patologie che colpiscono i bambini. Sara? possibile grazie all?iniziativa ?A Natale il gioco e? dalla parte dei bambini? messa in campo dall?amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato (Aams) e Lottomatica-Gratta e Vinci a sostegno dell?ospedale pediatrico Bambino Gesu? di Palidoro (Roma) con la donazione di nuove apparecchiature che rafforzeranno il Dipartimento di Imaging dell?ospedale romano. Con questo progetto, su base triennale, l?ospedale di Palidoro potenziera? le tecnologie destinate allo studio e all?individuazione delle patologie piu? complesse che colpiscono i bambini, anche in eta? neonatale. La struttura verra? infatti dotata di una risonanza magnetica nucleare, due ecografi e due diagnostiche tradizionali. Saranno sviluppati nuovi filoni di ricerca in neonatologia, neuroscienze, epilessia, gravi patologie cardiovascolari, oncologia e ritardi cognitivi. ?Il progetto – spiega Massimo Spina, direttore amministrativo del Bambino Gesu? alla presentazione dell?iniziativa – prevede infatti un costo di oltre 2 milioni di euro. I macchinari sono gia? pronti ed operativi ai fini della ricerca scientifica?. Il potenziamento dell?ospedale favorira? non solo i piccoli pazienti della Regione Lazio, ma anche quel ?30 per cento di famiglie che arriva da fuori regione?. Aams e Lottomatica-Gratta e Vinci puntano molto sul binomio gioco-bambini. ?Il gioco per noi e? una cosa seria – spiega Marzia Mastrogiacomo, direttore delle Lotterie di Lottomatica – ma e? anche sinonimo di bambini. Siamo i primi operatori di lotterie al mondo, e non potevamo sottrarci dal significato morale di questa iniziativa?. Le fa eco Gabriella Alemanno, direttore delle strategie dell?Aams. ?Questa e? la dimostrazione di come sia possibile costruire qualcosa di importante con i giochi e farlo in questo periodo dell?anno – conclude – e? il modo migliore per augurare buon Natale a tutte le famiglie che si trovano in quest?ospedale?.


Articoli Correlati