I succhi di frutta riducono l’efficacia di farmaci

NEW YORK – Il succo di pompelmo? Pericolosissimo, altro che vitamina C. Per non parlare del succo di arancia e del succo di mela. Secondo un gruppo di ricercatori canadesi i succhi ridurrebbero l’assorbimento di numerosi farmaci vanificandone in gran parte l’efficacia, e li renderebbero addirittura tossici. L’esito della ricerca ? stato pubblicato e presentato a Filadelfia, nell’ambito di un simposio dell’American Chemical Society. Il consiglio ? di evitare di bere i succhi di frutta qualora per pazienti che siano sottoposti a trattamento contro il cancro, affetti da malattie cardiovascolari, infezioni. I succhi di frutta intralcerebbero addirittura il trapianto di organi. Tra i farmaci ci sono comuni antibiotici, come la criprofloxacina. "Abbiamo scoperto che i succhi di pompelmo, arancia e mela riducono l’assorbimento dei farmaci nel tratto intestinale ? ha spiegato David Bailey, docente di farmacologia clinica presso l’universit? Western Ontario, in Canada – il pericolo di tale perdita di efficacia pu? essere estremamente serio".


Articoli Correlati