Il look medicina estetica per donne

– "Look good…feel better". Ispirandosi al modello americano, ecco approdare anche nel Lazio, e in
particolare a Roma, la medicina estetica in oncologia per le donne intesa come riappropriazione dell’immagine attraverso unicamente il semplice trucco. Nasce cosi’ un nuovo gemellaggio tra il dipartimento di oncologia dell’ospedale San Giovanni Calibita "Fatebenefratelli", diretto dalla dottoressa Vittorina Zagonel, e l’organizzazione "La Forza e il Sorriso". Il battesimo della nuova partnership ci sara’ domani alle 15 nella sala Assunta dell’ospedale all’Isola Tiberina, in occasione della quarta edizione dell’incontro natalizio, aperto al pubblico, che il dipartimento di oncologia del
Fatebenefratelli organizza con i malati, i loro familiari e le persone che vivono la realta’ ospedaliera. Nel corso del dibattito verranno effettuate tre prove di trucco e verra’ presentata una nuova pubblicazione del dipartimento, intitolata"I mille volti del cibo: la bellezza delle nonne", contenente consigli utili per la cura e la bellezza attraverso l’utilizzo di ingredienti naturali. A partire da gennaio, previa prenotazione, nell’ospedale all’Isola sara’ possibile per le donne affette da neoplasia sottoporsi gratuitamente ad una prova per l’apprendimento del trucco con l’ausilio dei cosmetologi che gia’ lavorano nella struttura ospedaliera presso il servizio di medicina estetica. Gia’ dal 2005, il dipartimento di oncologia dell’ospedale, nella filosofia di presa in carico globale del malato, ha lanciato la nascita di un servizio di medicina estetica per l’oncologia, che prevede lo studio dei problemi legati al danno estetico derivante da chemioterapia e radioterapia. Questo servizio, primo nel suo genere, e’ stato reso possibile grazie all’esistenza nell’ospedale di un servizio di medicina estetica, attivo dal 1994, che ha erogato in questi anni oltre 280.000 prestazioni. Questo ha permesso la formazione di una grande esperienza umana e operativa da parte di coloro che, col coordinamento del dottor Fulvio Tomaselli, dedicano il loro know how al malato oncologico. Oltre alla presa in carico clinica delle vere e proprie lesioni cutanee, causa di inestetismo, il servizio si e’ occupato di camouflage, di acconciatura, di abbigliamento: un look management a tutto tondo con un’ottica medica e assistenziale, che ha interessato circa un migliaio di malati di ambo i sessi. Si tratta – dice una nota – di un plusvalore, un nuovo modo di erogare medicina di qualita’ e a titolo completamente gratuito, che l’ente Fatebenefratelli offre a coloro che si affidano alla struttura ospedaliera.


Articoli Correlati