Ist. Tumori Bari, 25 anni vita e il gioiello Angio-Tac

BARI – L’Istituto Tumori ‘Giovanni Paolo II’
di Bari, che oggi celebra i 25 anni di vita inaugurando
ufficialmente la nuova sede nell’ex ospedale Cotugno, e’ il
primo in Europa a dedicare all’oncologia un’apparecchiatura
Angio-Tac, che integra in un’unica macchina angiografia e
tomografia computerizzate.    Questo sistema e’ il quarto nel
mondo e il secondo in Europa, ma e’ il primo ad essere dedicato
al trattamento delle malattie oncologiche e consentira’ di
realizzare tecniche innovative di intervento per il trattamento
dei tumori polmonari ed epatici.
   L’Istituto trae le sue origini dal Centro Tumori, istituito
nel 1955 e svolge attivita’ di ricerca di base e clinica
attraverso studi di valenza traslazionale in oncologia, vale a
dire studi che applicano sul paziente i piu’ moderni risultati
delle ricerche di laboratorio. Attualmente l’Istituto esegue
circa 100 mila visite ambulatoriali evidenziando migliaia di
prime diagnosi di tumore. La struttura e’ organizzata in sei
dipartimenti coordinati dal Consiglio di indirizzo e verifica e
dalla Direzione strategica, costituita dalle direzioni generale,
scientifica e sanitaria. I dipartimenti sono quelli di oncologia
sperimentale, servizi e diagnostica, donna, chirurgia
oncologica, oncologia medica e sperimentale e terapie innovative
e quello di area critica e quartiere operatorio.    Nel 2011 i
pazienti dell’Istituto saranno seguiti da un gruppo
multidisciplinare composto da oncologo, radiologo,
anatomopatologo, chirurgo e infermiere, che insieme decideranno
le opzioni terapeutiche ritenute migliori per il paziente.


Articoli Correlati