Istituto Tumori, Moratti visita reparto oncologia pediatrica

MILANO – Il sindaco Letizia Moratti, accompagnata dall’Assessore ai Servizi Sociali, Mariolina Moioli, ha visitato il Reparto di Oncologia Pediatrica della Fondazione Irccs Istituto Nazionale dei Tumori, portando ai piccoli degenti i regali che non aveva potuto portare a Natale a causa dell’influenza che l’aveva colpita. A riceverla il Direttore Generale dell’Istituto, Alberto Scanni, e il Direttore Scientifico, Marco Pierotti, assieme ai medici, agli infermieri e alle maestre che operano nel reparto di Oncologia pediatrica, fino a poche settimane guidato dalla dottoressa Franca Fossati Bellani, che dopo quarant’anni di attivit? ha lasciato la direzione. Scanni,  nel suo saluto, ringraziando il Sindaco per la visita, ha sottolineato "il ruolo pionieristico e d’avanguardia dell’INT nella ricerca e nella cura dei tumori in et? pediatrica, avviato grazie all’intuizione del professor Gianni Bonadonna e al lavoro della dottoressa Bellani". Moratti si ? detta "sempre felice di poter essere vicina a questo Istituto", ricordando, in particolare, il sostegno che il Comune d? all’iniziativa ‘scuola in ospedale’, che garantisce la presenza di insegnanti che assicurano  ai bambini ed ai ragazzi, durante il periodo della loro degenza, la continuit? didattica. La nostra collaborazione ? innanzi tutto guidata dal cuore" ha aggiunto Letizia Moratti, rivolgendosi al personale presente, "Vi amiamo come amiamo La Scala, e vi ammiriamo perché occuparsi della vita umana ? la cosa più importante.Potrete sempre contare su di noi". Il Reparto di Oncologia Pediatrica, nel quale operano 12 medici tra cui uno psicologo, un neurologo e un endocrinologo, nel 2008 ha effettuato 879 ricoveri ordinari, 1.415 ricoveri  in Day Hospital e 865 interventi. Nello stesso periodo sono stati 238 i nuovi pazienti presi in carico, di cui 138 provenienti dalla Lombardia e 100 provenienti da fuori regione o stranieri. Le patologie più frequenti riguardano il sistema nervoso centrale
(circa 1/3 dei casi) e nell’ordine sarcomi della parti molli, dell’osso, linfomi, neuroblastoma e tumori rari.


Articoli Correlati