Lega Tumori a Napolitano, appello per tutela salute

ROMA  – Un appello al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano affinche’ continui a farsi garante
della tutela della salute sia come bene individuale che collettivo, come previsto dall’articolo 32 della Costituzione. Lo ha lanciato questa mattina il Presidente Nazionale della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT), Francesco Schittulli, che e’ stato ricevuto al Quirinale, insieme alle massime cariche dell’Ente, dal Capo dello Stato. ”In Italia – ha spiegato Schittulli in una nota – sono circa due milioni le persone che hanno vissuto l’esperienza del cancro. Per questo, il nostro impegno deve riguardare la migliore qualita’ di aspettativa di vita. I ritardi diagnostici sono imperdonabili, cosi’ come e’ altrettanto ingiustificabile il non farsi carico delle problematiche che ruotano intorno alla patologia oncologica”. Schittulli ha voluto omaggiare,  ricordandoli a Napolitano,i ”volontari, grazie ai quali la LILT riesce quotidianamente a far fronte alle esigenze sanitarie del territorio, spesso anche in maniera complementare e integrativo al Servizio Sanitario Nazionale”. Il Presidente Lilt ha, poi, consegnato al Capo dello Stato il Manifesto per i Diritti del Malato Oncologico – redatto con la collaborazione di Adapt ed Europa Donna, che – ha dichiarato – vuole essere un punto di riferimento in tema di prevenzione oncologica e un sostegno medico-psicologico-legale  per coloro che hanno subito la malattia”. Presente all’incontro anche il Sottosegretario con delega alla Salute Ferruccio Fazio che ha ribadito lo stretto legame con la LILT sia per quanto riguarda la collaborazione nella campagne alla lotta la fumo e alla prevenzione del papilloma virus.


Articoli Correlati