Leucemia Infantile: da 2 geni speranze per cure meno tossiche

La forma piu’ frequente di leucemia infantile – la leucemia linfoblastica acuta a cellule B – potrebbe essere sconfitta agendo su due geni, PU.1 e Spi-B, individuati dal gruppo di Rodney DeKoter dell’University of Western Ontario di London (Canada). Secondo lo studio pubblicato su Blood, condotto su topi geneticamente modificati, la malattia si sviluppa nel 100% dei casi solo se entrambi i geni sono mutati. Gli autori concludono che ”questi risultati dimostrano che PU.1 e Spi-B sono regolatori essenziali del differenziamento e nuovi geni soppressori dei tumori nelle cellule B”. Anche se nell’80% dei casi la chemioterapia aggressiva permette di sconfiggere questo tipo di cancro, questa scoperta apre nuove speranze nella ricerca di una cura meno tossica per i bambini.

Fonte: Asca – Data:  19-07-11 


Articoli Correlati