Linee guida Ministero su patologie cavo orale bimbi

ROMA – Il Ministero della salute ha pubblicato le ‘Linee guida per la promozione della salute orale e la prevenzione delle patologie orali’ per bambini e pazienti in eta’ evolutiva che devono essere sottoposti a terapia chemio e/o radioterapia. Il cavo orale e’ infatti molto sensibile alla tossicita’ degli agenti antitumorali. Le problematiche piu’ frequenti, che colpiscono dal 30 al 100% dei pazienti, con lesioni anche gravi, sono mucositi, cambiamenti del gusto, xerostomia, infezioni, dolore e sanguinamento. Il ministero raccomanda una visita odontoriatrica per tutti i pazienti al momento della diagnosi della patologia, e il completamento di tutte le terapie conservative o estrattive per chi deve iniziare chemio-radio terapia. E’ fondamentale inoltre educare il personale sanitario, i genitori e i pazienti sull’importanza di un buon livello di igiene orale e alimentare.  L’utilizzo della clorexidina sotto forma di collutorio e’ consigliabile a quei pazienti che, al momento della visita odontoiatrica, presentano gengivite, malattia parodontale o scarso livello d’igiene orale. E’ raccomandato lo spazzolamento dei denti almeno due volte al giorno, cambiando lo spazzolino ogni tre mesi, o sostituendolo dopo ogni episodio infettivo. Ai neonati i genitori dovranno invece pulire le mucose con garza o tessuto non tessuto. Nel caso di disfunzione delle ghiandole salivari (xerostomia), il flusso salivare puo’ essere stimolato facendo succhiare o masticare una gomma senza zucchero, usare la saliva artificiale e umidificare le labbra secche con proteggi-labbra o creme alla lanolina e unguenti. Durante la terapia anti-cancro, i pazienti pediatrici non devono essere sottoposti a cure odontoiatriche ma solo ad indifferibili terapie d’urgenza, previo consulto con l’oncologo.


Articoli Correlati