Medicina: da veleno ad anti-cancro, arsenico aiuto contro la leucemia ? Uno studio lo abbina alla terapia tradizionale

CHICAGO – Nuova vita per l’arsenico. Il potente veleno, molto utilizzato nella medicina tradizionale cinese, potrebbe rivelarsi un antitumorale. L’aggiunta di arsenico, in particolare di uno degli elementi che lo compongono (triossido arsenico), alla terapia classica aumenta la sopravvivenza di pazienti adulti con leucemia promielocitica acuta. Lo rivela uno studio della Wake Forest University a Winston-Salem, negli Usa, presentato al Congresso dell’American Society of Clinical Oncology (Asco), in corso a Chicago.
Questo tipo di tumore del sangue rappresenta il 10[%] di tutti i casi di leucemia mieloide acuta e solo negli Usa conta 1.500 casi l’anno. La sperimentazione di fase III ha coinvolto 275 pazienti trattati con la cura standard e altri 261 che in aggiunta alla terapia classica hanno ricevuto due trattamenti a base di arsenico. Dopo tre anni, la sopravvivenza e’ risultata dell’86[%] in quest’ultimo gruppo e del 77[%] fra gli altri a cui la cura non era stata arricchita con arsenico.       Non solo. Il noto veleno ha ridotto anche gli effetti collaterali e le probabilita’ di ricomparsa della malattia. ”La differenza di sopravvivenza fra i due gruppi di pazienti e’ tale da portare a includere l’arsenico nel trattamento di prima linea di questa leucemia”, sottolinea Bayard Powell, ematologo e oncologo alla Wake Forest e capo della ricerca.


Articoli Correlati