Meeting su adulti guariti da tumori infanzia

MODENA – A Modena oncoematologi di pediatria da tutta Europa si confronteranno nell’ambito del III "PanCare Meeting" per definire e coordinare progetti finalizzati di monitoraggio dei diversi aspetti che concorrono al miglioramento delle attese e della qualita’ della vita di adulti guariti da tumore contratto quando erano bambini. L’appuntamento si svolgera’ dal 16 al 18 marzo presso il Centro Servizi Didattici della Facolta’ di Medicina e Chirurgia. "ll numero di soggetti guariti da tumore contratto in eta’ pediatrica – spiega il prof. Paolo Paolucci, direttore del Dipartimento Integrato Materno-Infantile dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena – e’ in aumento. Molti di loro sono entrati nell’eta’ adulta e, oggi, si stima che 1 adulto (eta’ 16-45 anni) su 900 sia un soggetto guarito da tumore pediatrico. Sotto l’aspetto sanitario non si conosce con precisione se e in che misura i trattamenti praticati (chemioterapia, radioterapia, chirurgia) in eta’ pediatrica compromettano l’aspettativa di vita e la sua qualita’ in eta’ adulta. E’ noto pero’ – continua Paolucci – che, mentre il rischio di ripresa della malattia di base va scomparendo fino a diventare eccezionale dopo circa 5 anni dalla fine delle cure, la mortalita’ "per altre cause" tende ad aumentare ed essere sempre leggermente superiore a quella della popolazione di riferimento. Inoltre, dati di letteratura sembrano suggerire che i soggetti guariti da tumore abbiano un maggiore rischio di ulteriori eventi sanitari avversi, che possono interferire pesantemente sulla loro aspettativa e qualita’ di vita, in particolare sullo sviluppo cognitivo/comportamentale e la fertilita’". In Italia, il numero di guariti e’ attualmente inferiore a 10.000 ed e’ monitorato dal Registro Italiano Guariti (ROT) dell’Associazione Italiana di Ematologia e Oncologia Pediatrica (AIEOP), coordinato a livello nazionale dal Dr. R. Haupt (Istituto G. Gaslini, Genova), al quale afferiscono anche i bambini guariti da tumore di Modena e dell’Emilia Romagna.


Articoli Correlati