Minori. La provincia di Foggia istituisce il garante per l?infanzia.

FOGGIA – ?Siamo la prima provincia in Puglia ad aver istituito la figura del garante per l?infanzia e l?adolescenza.  Un nuovo e importante segnale della qualita? delle azioni implementate dalla Provincia di Foggia in materia di politiche sociali?. ? l?annuncio soddisfatto di Carmine Stallone, presidente della provincia di Foggia. L?importante decisione e? stata assunta dalla giunta gia? lo scorso novembre, su proposta dell?assessore provinciale alle Politiche sociali, Benvenuto Grisorio. Oggi si e? tenuta la presentazione ufficiale alla stampa. Il garante sara? Massimiliano Arena, avvocato di diritto di famiglia e minorile, direttore della ?Rivista di Diritto Minorile? (www.dirittominorile.it), ex giudice onorario del Tribunale per i minorenni di Bari.Tra i compiti del garante provinciale: promuovere in collaborazione con gli enti locali e con le organizzazioni del privato sociale, iniziative per la conoscenza e la tutela dei diritti del minore; promuovere la preparazione e l?aggiornamento di persone idonee a svolgere l?attivita? di tutela e curatela dei minori; vigilare sull?assistenza prestata ai minori ricoverati in strutture residenziali o in ambienti esterni alla propria famiglia; segnalare alle autorita? competenti fattori di rischio derivanti ai minori a causa di situazioni familiari e ambientali carenti dal punto di vista educativo e igienico sanitario; accogliere segnalazioni provenienti dalle famiglie o da associazioni in ordine a casi di violazione dei diritti del minore fornendo informazioni sulle modalita? per la tutela.??Visto che parliamo sempre di cattiva politica, una volta tanto ci troviamo di fronte ad una sensibilita? diversa – commenta Massimiliano Arena – .  Suggerii io stesso l?istituzione di questo ufficio all?attuale amministrazione, ma non avrei immaginato di ricoprire il ruolo di garante. Il primo obiettivo – continua Arena – e? quello di far conoscere questa figura nelle scuole, nei servizi sociali e nelle agenzie educative in cui si trovano bambini e adolescenti; creare percorsi di formazione per l?affido familiare; istituire un albo provinciale per i tutori dei minori. Ma ci occuperemo anche di tutte le violazioni di interessi diffusi (quartieri senza centri di aggregazione o spazi verdi) e a questo scopo contattero? tutti gli assessori all?urbanistica per tentare di costruire il sogno delle citta? a misura di bambino?.Ma l?attivita? dell?ufficio del Garante dei minori non si fermera? qui. ?Faremo prevenzione dei fenomeni di bullismo nelle scuole attraverso l?informazione e creeremo all?interno delle scuole degli sportelli di volontariato, gestiti dalle associazioni. Contatteremo tutti i dirigenti delle Asl provinciali e i primari di pediatria oncologica per monitorare le lungo degenze. Con molta tristezza – conclude il neo garante – devo constatare che da due settimane e? stato sospeso a San Giovanni Rotondo il servizio di clown presso il reparto pediatrico, per mancanza di fondi?.??Il Garante agira? in stretto raccordo con l?Osservatorio provinciale per le politiche sociali e l?assessorato al fine di costituire una rete operativa in grado monitorare il territorio in tempo reale?, spiega l?assessore Grisorio. ?In attesa della normativa nazionale che definira? i poteri della nuova figura, la nostra impostazione sara? quella di privilegiare il modello organizzativo provinciale, al fine di assicurare al territorio un organo di grande utilita? per la piena attuazione di tutti i diritti riconosciuti ai bambini e alle bambine, ai ragazzi e alle ragazze presenti sul territorio provinciale, promuovendo la conoscenza e l?affermazione dei diritti individuali, sociali e politici dell?infanzia e della adolescenza ed assumendo ogni iniziativa finalizzata alla loro concreta realizzazione?, conclude l?assessore provinciale alle politiche sociali.L?ufficio del Garante sara? ubicato presso l?osservatorio provinciale con uno sportello aperto due giorni a settimana, il lunedi? dalle ore 9.30 alle ore 13.30 e il giovedi? dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 15 alle 19. Disponibile a breve anche un numero verde.


Articoli Correlati