Moige: minorenni fumatori in 35% famiglie Lazio

ROMA – "Partir? lunedì 5 ottobre da Roma, presso la scuola ‘Suore Immacolatine’, in Via Quintiliano 4 il terzo tour di ‘Gioca a non fumare’, la campagna itinerante ed interattiva promossa e organizzata dal Moige ? Movimento Italiano Genitori che gode del patrocinio scientifico della Societ? Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale e che mira a sensibilizzare i ragazzi, i genitori e gli insegnanti sull’importanza della prevenzione del fumo minorile". Lo comunica il Moige. Secondo l’indagine svolta da Swg per il Moige, "il 35% dei genitori del Lazio ha un figlio che fuma,  il 61% dei genitori ha cercato, inutilmente, di convincere il proprio figlio a smettere e l’80% dei genitori del Lazio sa che il figlio ha amici che fumano. Dati, questi, in linea con la media nazionale dei genitori che vede il 12% dichiarare che i loro figli fumano regolarmente, il 25% affermare che i propri figli accendono la sigaretta sporadicamente e il 77% sapere che i figli hanno amici che fumano. Occorre una riflessione sul fenomeno soprattutto perché la Swg sottolinea la connessione fra il tabagismo dei genitori e quello dei figli: in Italia ? maggiore la percentuale di ragazzi che fuma regolarmente quando in famiglia c’? qualche adulto che fuma (21 per cento contro la media del 12 per cento). Per contro, non fumano mai (72 per cento contro il 62 per cento di media) coloro che in famiglia non hanno adulti fumatori". Il Presidente Nazionale del Moige, Maria Rita Munizzi, afferma: "La lotta al fumo minorile deve rappresentare per le Istituzioni una priorit?". Giuseppe Di Mauro, Presidente della Sipps – Societ? italiana di Pediatria Preventiva e Sociale sottolinea: "La prevenzione e l’educazione a sani stili di vita devono iniziare fin da piccoli: ? basilare, infatti, insegnare presto ai bambini quali sono i rischi connessi alla cattiva abitudine del fumo, anche in termini di fumo passivo.". Il tour parte da Roma per poi passare a Rieti, arriva il 13 ottobre in Campania (nelle città di Maddaloni Aversa, in provincia di Caserta, e Napoli), il 16 in Basilicata (a Matera), il 19 in Puglia (Taranto), il 20 in Calabria (Cosenza), il 26 in Umbria (Perugia), il 27 in Toscana (Firenze, Pistoia e Carrara dove ritorner? venerdì 30 ottobre), il 3 e il 4 novembre in Liguria (Savona) e si concluder? con le tappe in Piemonte dal 5 all’11 (Torino).


Articoli Correlati