Morte quindicenne leucemico, avviso a otto medici

ANCONA – Il pm di Ancona Rosario Lioniello ha disposto l’autopsia, con contestuale avviso di garanzia a otto medici, nell’inchiesta per per omicidio colposo aperta dopo la morte di Daniele Fusari. Il ragazzo di 15 anni di Colbuccaro di Corridonia (Macerata), malato di leucemia, deceduto il 21 settembre scorso dopo un ricovero presso gli Ospedali Riuniti di Ancona. L’accertamento, disposto nella forma dell’atto irripetibile, verra’ effettuato il prossimo 27 settembre presso gli Ospedali Riuniti, e servira’ a stabilire eventuali responsabilita’ mediche. L’iscrizione nel registro degli indagati dei medici, che si sono tutti occupati a vario titolo del paziente, e l’avviso notificato per l’autopsia, sono atti di garanzia per permettere a tutti i soggetti coinvolti di nominare propri consulenti tecnici che partecipino alle operazioni peritali. Un consulente potra’ nominarlo anche la famiglia del quindicenne, che ha fatto scattare l’inchiesta con un esposto depositato dagli avvocati Luca Sartini e Massimiliano Zampi. I familiari hanno chiesto di verificare la condotta dei sanitari, e se a Daniele siano state prestate cure adeguate, in particolare presso il reparto di Ematologia. Il magistrato ha gia’ fatto acquisire le cartelle cliniche. Dopo alcuni cicli di trattamento, il 16 settembre il paziente era stato dimesso, nonostante l’opposizione dei familiari. Ma i dolori addominali accusati dal ragazzo gia’ dal giorno seguente avevano portato a un nuovo ricovero ad Ancona. Le condizioni di Daniele erano poi progressivamente peggiorate. Il 21 e’ stato trasferito in rianimazione, e la sera stessa ha cessato di vivere.


Articoli Correlati