Municipio Roma XII Eur: presentato progetto per malati oncologici

ROMA – "Oggi alle 10 nell’Aula consiliare del Municipio Roma XII Eur, ? stato presentato il progetto ‘Noi Con Voi’, un servizio studiato e strutturato appositamente per sostenere le persone malate di cancro e le loro famiglie. Rivolto a tutti i residenti nel Municipio XII di et? compresa tra i 18 ed i 60 anni e finalizzato all’assistenza sociale domiciliare, nasce per aiutare concretamente il paziente oncologico nel difficile momento della continuazione delle cure nella quotidianit?, fornendo un prezioso aiuto di natura sociale e psicologica in ambito domestico". ? quanto dichiarato, in una nota, dall’assessore alle Politiche sociali del XII Municipio, Gemma Gesualdi a margine della conferenza di presentazione. "In questa fase, in cui i pazienti e le loro famiglie si trovano ad affrontare il dramma umano della convivenza con la malattia, diventa fondamentale poter fare affidamento su punti di riferimento stabili e competenti- ha sottolineato la Gesualdi – Per questo il nuovo servizio interverr? con professionalit? sanitarie qualificate in grado di rispondere alle richieste di ascolto e sostegno nella  gestione della vita  quotidiana: dall’igiene della persona alla preparazione dei pasti, dal sostegno scolastico al servizio di trasporto per l’accompagnamento presso le strutture ospedaliere". "Un appuntamento importante, data la rilevanza del progetto – prosegue la nota – che ha visto oltre alla presenza del Presidente del Municipio XII, Pasquale Calzetta e dell’assessore alle Politiche sociali, Gemma Gesualdi, la partecipazione del Francesco Bevere direttore generale dell’Istituto nazionale Tumori Regina Elena-S.Gallicano, di Elvio Covino Preside della Facolt? di Medicina del Campus Biomedico  e di Piera Spada., direttore sanitario dell’Ospedale S. Eugenio". "Mettere a punto un efficiente modello di assistenza domiciliare per i malati oncologici e vederlo poi estendere ad altri ambiti territoriali e ad altre strutture impegnate in questo delicatissimo campo ? l’obiettivo ambizioso che intendiamo perseguire ? continua Gesualdi – per migliorare fattivamente la qualit? della vita di chi, colpito da questa grave malattia, si trova a compiere un cammino gravoso, troppo spesso in uno stato di completo abbandono da parte delle istituzioni. Per questo auspico l’adesione di quanti, medici e operatori sanitari, comprendendo la valenza sociale di quest’iniziativa, decidano di aderirvi con responsabilit? ed entusiasmo".


Articoli Correlati