OMS, cancerogeni i raggi UV di lampade abbronzanti

ROMA – I raggi ultravioletti delle lampade abbronzanti, finora classificati come ”probabilmente cancerogeni”, da oggi diventano ”cancerogeni”, secondo quanto ha stabilito l’agenzia per la ricerca sul cancro dell’Organizzazione mondiale della sanita’ (Oms). E’ un gruppo di 20 esperti, provenienti da nove paesi, ad aver esaminato gli studi che hanno portato alla decisione di elevare il grado di rischio di lettini e cabine abbronzanti. Le conclusioni degli scienziati saranno pubblicate sul numero di agosto della rivista medica Lancet Oncology. Era dal 1992 che i raggi solari ultravioletti (di tipo A, B e C), cosi’ come quelli artificiali delle lampade e dei lettini abbronzanti, erano al ‘livello 2’ della classifica dell’agenzia Oms per la ricerca sul cancro (Cicr). Ma oggi i suoi esperti li hanno trasferiti al ‘livello 1′, ovvero la soglia di massimo rischio di esporsi al cancro. ”Una ricerca ha stabilito che l’esposizione ai raggi UV artificiali, prima di 30 anni, aumenta del 75% il rischio di melanoma, la forma piu’ aggressiva di cancro della pelle”, secondo le conclusioni del Cicr, che spiega come l’utilizzo di strumenti di abbronzatura artificiale sia molto diffuso, soprattutto tra le giovani donne. Inoltre, proseguono gli esperti, ”diversi studi hanno dimostrato il legame tra abbronzatura artificiale e melanoma oculare”.


Articoli Correlati