Oncologia pediatrica in Italia: scopri tutte le news dell’autunno 2019.

oncologia pediatrica newsDopo il “settembre d’oro” c’è stato il congresso annuale di AIEOP. Riportiamo anche una lettera dall’ISDE su ambiente e malattia.

Il congresso AIEOP

A Catania si è tenuto il  XVIV congresso nazionale AIEOP Associazione Italiana Ematologia e Oncologia Pediatrica: medici, ricercatori, infermieri e genitori, presenti con le loro associazioni, hanno dibattuto sulle novità emerse sul tema. Oltre 1 soggetto su 1.000 adulti è un ‘sopravvissuto’ a un tumore che si è presentato durante l’infanzia o l’adolescenza. Di qui la necessità di puntare i riflettori sulle nuove soluzioni che la medicina sta sperimentando con successo per guarire sempre più bambini. Qui l’articolo con alcuni spunti interessanti.

Tumori del sangue

Un primo nucleo di novità riguarda i bambini  affetti da tumori del sangue, e precisamente alcuni tipi di leucemie e dala thalassemia major, per i quali i progressi  negli ultimi anni  sono stati enormi.

Immunoterapia innovativa e terapia genica sono le nuove armi per combattere le forme più ostinate di queste malattie del sangue.

Tumori solidi

Un secondo fronte, quello della guerra ai tumori solidi, è anch’esso foriero di buone notizie. Viene confermato anche qui in Italia quanto già presentato a giugno nel corso del congresso degli oncologi americani.

Nuovo percorso diagnostico

Anche in questo caso siamo nell’ambito delle terapie geniche, in grado cioè di volgere la loro azione di contrasto direttamente verso il gene bersaglio che tuttavia deve essere riconosciuto attraverso indagini genetiche che vanno sempre più utilizzate in fase diagnostica.

Un diverso punto di vista

Tra gli esperti della materia tuttavia non c’è unanimità di vedute. Registriamo la diffusione di una lettera aperta agli oncologi italiani da parte di un gruppo di loro colleghi riuniti in una associazione ambientalista (ISDE) che giudica troppo ottimistica la stima dei successi ottenuti nella lotta ai tumori in Italia e ritiene che l’incidenza dell’inquinamento ambientale come causa della malattia tumorale sia sottostimata portando dati provenienti dai registri tumori territoriali.

Genetica e epigenetica

Sempre nella lettera si ipotizza che l’incontrollata proliferazione cellulare che caratterizza il cancro può essere scatenata non solo da mutazioni geniche ma anche dai processi che alterano le loro funzioni: si tratterebbe di meccanismi cosiddetti “epigenetici”  che vengono innescati da stimoli ambientali in assenza di mutazioni del genoma.

Le cifre

In ambito pediatrico l’Isde porta dati allarmanti.  I loro studi dicono che  l’incidenza di tumori infantili in Italia è andata crescendo negli ultimi quindici anni per poi stabilizzarsi e confermandosi una delle più elevate a livello mondiale.

Adolescenti e cancro

Notizie confortanti , invece, sulla possibilità di cura del cancro negli adolescenti vengono peraltro da un recente meeting di esperti riportato da Ansa sul tema che registrano la crescita del numero di adolescenti in cura presso centri pediatrici anziché presso centri per adulti: questa scelta è considerata vincente perché garantisce un più alto tasso di guarigioni.

Vuoi saperne di Più e restare in contatto con Peter Pan?

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


Articoli Correlati