Piccoli malati, grandi terapie

La Fondazione Veronesi, con il progetto Gold for Kids, sostiene studi clinici e nuove cure per i bambini malati di tumore. E ognuno può contribuire
Dovrebbero avere un’infanzia serena, come tutti i bambini del mondo, e il futuro davanti. A negare tutto ciò a circa 450 bambini all’anno (così dicono le cifre, in Italia) è il tumore cerebrale, la seconda neoplasia pediatrica dopo le leucemie, e il 20-25 per cento di tutti i tumori infantili.
A loro pensa la Fondazione Umberto Veronesi con il progetto Gold for Kids (nato nel 2014, in sinergia con Aieop, l’Associazione italiana di ematologia e oncologia pediatrica), dedicato alle terapie per i bambini malati di tumore: quest’anno la Fondazione ha preso come impegno quello di sostenere tre diverse sperimentazioni internazionali condotte all’Istituto dei tumori di Milano.
Il primo studio clinico riguarda le cure per il medullo-blastoma, il tumore maligno cerebrale più comune dell’età pediatrica; prevede 15 pazienti all’anno tra i 3 e i 22 anni, e durerà sei anni. Il secondo trial punta su una forma aggressiva e con metastasi di questo cancro, coinvolgerà 15-20 fra i 3 e i 22 anni e avrà la stessa durata. Il terzo studio clinico, su 20 pazienti l’anno da zero a 22 anni colpiti da un altro tumore cerebrale, l’ependimoma, ha come obiettivo migliorare l’accuratezza della diagnosi e le strategie terapeutiche.
Il sostegno finanziario per queste sperimentazioni è importante: significa che i piccoli pazienti potranno avvalersi delle migliori terapie disponibili, in base ai più elevati standard internazionali. Nel 2014 e 2015, per fare un esempio, la Fondazione Veronesi ha ricavato, grazie alla generosità di molti, 430 mila euro, spesi per supportare cure e studi nella leucemia mieloide acuta e nel linfoma di Hodgkin.
Nei giorni scorsi, in occasione dell’annuale cena di charity a Palazzo Parigi di Milano, dedicata al progetto Gold for Kids, la Fondazione è riuscita a raccogliere oltre 30 mila euro grazie ad una asta di disegni dei bambini e adolescenti ricoverati nei reparti di oncologia pediatrica.
Per sostenere il progetto si può donare e trovare maggiori informazioni sul sito www.goldforkids.fondazioneveronesi.it
Vale la pena ricordare che solo quest’anno la Fondazione, grazie al 5×1000 e alle donazioni, ha sostenuto 165 ricercatori di eccellente livello (in vari ambiti: oncologia, neuroscienze, malattie cardiovascolari, nutrigenomica e prevenzione) e quattro progetti di ricerca in corso dal 2014.

fonte Panorama data 21.6.16


Articoli Correlati