Policlinico Modena inaugura Tomotherapy

MODENA  – Cure mirate per i tumori e liste di attesa piu’ snelle. Il Policlinico di Modena ha inaugurato nella Struttura Complessa di Radioterapia Oncologica del Policlinico, diretta dal dottor Filippo Bertoni, la nuova Tomotherapy Hi-Art,
una complessa apparecchiatura per la radioterapia capace di trattare masse di forma complessa con dimensioni variabili, da una decina di millimetri fino a 160 centimetri. La Tomotherapy e’ guidata da un sofisticato sistema di elaboratori composto da trentadue computer che lavorano simultaneamente per ottimizzare la dose di raggi X nel tumore. Permette per questo di effettuare trattamenti di altissima precisione con irradiazione del tumore e maggior risparmio dei tessuti sani circostanti. Prima di ogni seduta di trattamento, viene eseguita una particolare tac che controlla la precisione della cura e consente di adattarla al paziente personalizzandola giorno per giorno. La messa in funzione della Tomotherapy Hi-Art, una della cinque macchine presenti in Italia, riduce la migrazione dei pazienti e i tempi di attesa per la radioterapia. A regime si potranno trattare 250-300 pazienti all’anno con una consistente riduzione dei tempi di attesa.    L’istallazione della macchina ha reso necessario ampliare gli spazi, costruendo un nuovo bunker e locali dedicati, i lavori edilizi erano iniziati nella primavera dello scorso anno. L’investimento complessivo e’ stato di 6 milioni di euro, dei quali 3.942.000 coprono il costo delL’attrezzatura, grazie anche alla donazione di 1.500.000 euro della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena.


Articoli Correlati