Premio letterario per onorare la memoria di Anastasia Guerriero

CASERTA – L’Associazione ex-allievi del Liceo Classico Pietro Giannone di Caserta in collaborazione con l’AIL di Caserta bandisce un Premio letterario per onorare la memoria dell’ex allieva Anastasia Guerriero, illustre onco-ematologa pediatra.  Il premio offerto dalla AIL (Associazione Italiana Leucemie) dell’importo di euro 500 verr? assegnato a uno studente del trienno della Scuola Secondaria della Regione Campania per il migliore elaborato nell’ambito del seguente tema: I progressi delle conoscenze scientifiche e le nuove tecnologie devono coniugarsi con una umanit? senza confini: ? questa la strada da percorrere per poter sperare in un futuro migliore Il contributo dei candidati verr? valutato in base all’originalit? dei contenuti. Al secondo classificato verr? assegnata una targa di riconoscimento dell’Associazione ex-allievi.  Gli elaborati dovranno pervenire al Liceo Pietro Giannone, corso Giannone 96, 81100 Caserta, in busta chiusa, con all’interno un’altra busta contenente nome, cognome e scuola di appartenenza, entro e non oltre il 9 aprile 2010. Con l’invio dell’ elaborato l’autore acconsente automaticamente ad una eventuale futura pubblicazione dello stesso con rinuncia a tutti i diritti, compresi quelli derivanti dall’esercizio del diritto d’autore.  Il Premio sar? assegnato nel corso di una cerimonia in data che sar? successivamente comunicata. Nata a Caserta nel 1951, Anastasia Guerriero, dopo aver compiuto gli studi classici presso il Liceo "P. Giannone" di Caserta si ? laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Universit? degli Studi di Napoli "Federico II" e poi specializzata in Pediatria alla Federico II di Napoli ed in Ematologia ed in Oncologia all’Universit? Cattolica di Roma. Vincitrice di concorso, ha lavorato nel reparto di Pediatria dell’ Ospedale di Teano e successivamente della SS. Annunziata di Napoli, rimanendo sempre in contatto con gli ambienti universitari di Napoli e Roma. Comandata nel 1980 in Germania al Dipartimento di Pediatria Oncologica dell’Universit? di Hannover, ha acquisito il protocollo sperimentale BFM, ancora in uso nel trattamento delle leucemie linfoblastiche acute nei bambini.  Dal 1991 al 1994 ha svolto attivit? di ricerca presso il Children Hospital di Philadelphia (Bone Marrow Transplantation Division) e presso il Thomas Jefferson Cancer Institute, dove ha studiato alcuni geni coinvolti nelle leucemie.  Dal 1995 al 2000 ha concentrato la sua attenzione su cellule ematopoietiche progenitrici lavorando alla Emory University di Atlanta (Department of Hematology. Experimental Hematopoiesis and Cell Biology laboratories) ed alla Penn University di Philadelphia (Institute for Human Gene Therapy, Department of Molecular and Cellular Engineering) sullo sviluppo del sistema linfocitario dal punto di vista trascrizionale e dei segnali di trasduzione, estendendo questi studi a modelli transgenici. Ricercatore associato in onco-ematologia pediatrica all’Abramson Family Cancer Research Institute (Department of Pathology) presso la Penn University di Philadelphia, nel 2003 ? stata nominata Direttore Medico-Oncologico presso la sede di New York della Pfizer, che ha guidato nella delicata fase di organizzazione dei nascenti trials sperimentali pediatrici. Con le capacit? scientifiche ed organizzative, che le sono riconosciute a livello nazionale ed internazionale, e i risultati raggiunti nel corso del suo lavoro, Anastasia Guerriero ha contribuito in maniera significativa alla ricerca onco-ematologica come dimostra la sua eccellente produzione scientifica, coniugando le sue capacit? professionali all’innata disponibilit? umana.  Lascia una testimonianza altissima di donna e di scienziata al servizio dell’umanit?. 


Articoli Correlati