Procreazione: congelamento ovaie anche dopo tumore, meeting

SIENA – Le novita’ in arrivo dagli Stati Uniti sulla crioconservazione dell’ovaio nelle donne colpite da tumore saranno uno dei temi centrali del meeting nazionale dedicato a diagnostica e terapia della medicina della riproduzione, organizzato dal dipartimento materno-infantile, diretto dal professor Felice Petraglia, con il centro sterilita’ del policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena. L’incontro, informa una nota, e’ in programma dal 22 al 24 maggio. Presso il centro di Siena viene effettuata la crioconservazione degli spermatozoi allo scopo di preservare la fertilita’ negli uomini con grave e progressiva riduzione della produzione spermatica o nei soggetti che si devono sottoporre a terapie antitumorali, ed anche il congelamento degli ovociti nelle donne con problematiche simili e nel contesto delle tecniche di procreazione assistita. Il meeting, oltre a discutere le tradizionali tecniche di riproduzione assistita (Fivet e Icsi) e i vari protocolli di stimolazione, dedichera’ una tavola rotonda ad un confronto su come i limiti imposti dalla legge 40 hanno indotto lo sviluppo di innovazioni tecnologiche nel trattamento dell’infertilita’ di coppia.


Articoli Correlati