Progetto Genitori – Gruppo psicoterapeutico di supporto per genitori in lutto, organizzato dalla ?Fondazione Maruzza Lefebvre D?Ovidio Onlus?, in collaborazione con l?Associazione Peter Pan

Progetto Genitori

Gruppo psicoterapeutico di supporto per genitori in lutto

 

La morte di un bambino ? una delle più grandi tragedie della vita di un genitore ed ha effetti dirompenti sul sistema familiare, soprattutto nella societ? occidentale contemporanea. L?intensit? del trauma e la profonda ferita che lascia rende questo evento probabilmente ancor più incomprensibile e inaccettabile; l?innaturalit? di un genitore che sopravvive al proprio figlio ? riflessa, persino, nell?assenza, in lingua italiana, di una parola che indichi questa condizione. I genitori soffrono sia per la perdita del figlio che per la privazione di ci? che significava per loro: questa morte pu? costituire la perdita di una parte di s? e della propria identit?, lasciando spesso esiti psicologici lunghissimi. Nel caso di un bambino che muore a causa di una malattia, poi, emergono, oltre al dolore, altre emozioni: il senso di colpa legato al dubbio di aver fatto tutto il possibile e la paura di dimenticare il bambino defunto.

In Italia non esistono attivit? strutturate ad ampio raggio volte al contenimento e al supporto all?elaborazione del lutto dei genitori che hanno perso un figlio a causa della malattia cancro, anche se alcuni interventi cominciano ad essere proposti.

I reparti ospedalieri di cura non sempre dispongono di servizi di psicologia oncologica dedicati all?accompagnamento alla morte, al sostegno dei genitori e della famiglia e alla valutazione precoce dei soggetti a rischio di sviluppo di lutto complicato.

Una difficolt? nell?attivare gruppi di supporto per genitori, successivamente alla morte del figlio, deriva dalla dispersione geografica dei soggetti: spesso, infatti, i bambini sono seguiti nel trattamento della malattia in centri oncologici lontani dalle loro città di origine e questo implica che alla perdita del bambino si associ anche la separazione e la lontananza da chi per un lungo periodo si ? preso cura di lui e da altri genitori con cui molte esperienze sono state condivise.

Dalla constatazione di questa necessit? nasce un progetto di psicoterapia di gruppo per genitori di bambini oncologici, organizzato dalla ?Fondazione Maruzza Lefebvre D?Ovidio Onlus?,  in collaborazione con l?Associazione ?Peter Pan Onlus?.

L?intervento, complesso e articolato, ha preso vita il 19 dicembre scorso, con il primo degli incontri preliminari con genitori che hanno attraversato un periodo di lutto per la perdita del proprio bambino, e proseguir? con l?attivazione di un gruppo di supporto, condotto da uno psicoterapeuta esperto, con tecnologia di videoconferenza parziale, ausilio che cerca di superare la lontananza geografica.

Successivamente verr? attivato un forum online tra i partecipanti, seguito da uno psicologo.

Il gruppo di supporto si differenzia da un gruppo di auto-aiuto per la presenza di uno psicoterapeuta come conduttore. L?attuazione del sistema di videoconferenza, attuabile gi? dopo pochi incontri realizzati in sede, ? volta a permettere ai genitori che risiedono in localit? distanti di usufruire di questo servizio e di superare l?isolamento, facilitando il mantenimento dei contatti anche con persone conosciute durante il percorso terapeutico.

Il forum online vuole proporsi come ulteriore spazio di incontro e condivisione e come possibilit? di confronto tra un incontro e l?altro del gruppo di supporto.

La realizzazione del ?Progetto Genitori? ? affidato a Angela Guarino, Specialista in Psicologia Clinica e Psiconcologia, Docente alla Facolt? di Psicologia 1 ?La Sapienza?, con la collaborazione di Emanuela Lopez, psicologa, Segretario della Societ? Italiana di Psico-Oncologia della sezione Lazio.


Articoli Correlati