La scuola a Peter Pan secondo Lorenzo

La scuola a Peter Pan secondo Lorenzo

La scuola a Peter Pan secondo Lorenzo

La scuola a Peter Pan, perché curarsi non può significare smettere di studiare

Seconda intervista sulla scuola. Dopo quella al nostro futuro medico Igor questa volta alla cattedra sale Lorenzo, altro piccolo ospite. Lorenzo ha un rapporto speciale con la scuola perché nonostante sia di Reggio Calabria ha fatto qui a Roma il suo primo giorno di scuola alcuni anni fa. Inoltre sua madre è un insegnante. Anche quest’anno Lorenzo continuerà a frequentare la scuola nella Grande Casa.

Molti bambini come lui infatti devono lasciare la propria città e la propria scuola per curarsi. Nella Grande Casa di Peter Pan è però attivo il Progetto Scuola in collaborazione con il MIUR in modo che i nostri ospiti possano frequentare le lezioni direttamente nella Grande Casa con un insegnante che viene apposta per loro. Sentiamo oggi cosa ci dice Lorenzo a proposito:

 

Buongiorno Lorenzo, cosa ci racconti della scuola?

A scuola qualche volta viene a prendermi papà e qualche volta mamma.

Molto bene! E dicci, a te la scuola piace?

Così, così. Mi piace solo la matematica… e i dettati.

Ma a cosa serve la scuola secondo te?

La scuola serve perché ti fa imparare il lavoro che vuoi fare da grande

E tu che lavoro vuoi fare da grande?

Voglio fare il soccorritore in ambulanza. Anche il cantante però…

Cosa ne pensi della maestra che viene qui a fare lezione per i bambini di Peter Pan?

La maestra Claudia. È simpatica perché mi fa buttare la carta! Voglio dirle che anche quando sono ricoverato in ospedale io continuo a studiare.

E della nostra aula scolastica. Ti piace? Possiamo migliorarla? Cosa manca secondo te?

Vorrei le pareti azzurre come il cielo. Poi un cucciolo di cane. E il bowling, con lo scivolo però perché le palle pesano troppo per me. Ci sono quelle da 10, da 12. Pesano troppo!

Cosa è importante per la scuola? Cosa non deve mancare, quaderni? Diari?

Io vorrei il diario con gli smiley. Poi ci devono essere i quaderni. Io ogni tanto li dimentico.

Li dimentichi?

Sì. Quando per esempio la maestra mi chiede quanto fa 6 + 6 io dico 18. Vuol dire che ho dimenticato il quaderno

E se ti chiede quanto fa 6 + 6 e hai ricordato di portare il quaderno cosa rispondi?

12!

Ineccepibile! Grazie di averci concesso questa intervista e mi raccomando… cerca di ricordarlo il quaderno!

Molti bambini come Lorenzo frequenteranno la scuola qui nella Grande Casa.

Adotta la Scuola di Peter Pan. Sostieni i sogni di Lorenzo e di tanti altri bambini che sono lontani dalla loro classe.
ADOTTA LA SCUOLA DI PETER PAN

P.S. Indica nella casuale della tua donazione “Progetto Scuola”

P.S. Puoi donare anche su Facebook!