Puglia: un autobus porta in ospedale malati cancro, progetto a Brindisi

BRINDISI – "Accompagnare ‘per mano’ il paziente oncologico, per evitare che abbandoni le cure". Cos? il direttore generale dell’Asl di Brindisi, Rodolfo Rollo, riassume il senso del progetto sperimentale ‘Sostegno ai pazienti oncologici – Accessi alle terapie extradomiciliari’, finanziato dalla Regione Puglia. Lo speciale servizio mette a disposizione dei malati di cancro un autobus, che li preleva a domicilio e li accompagna in ospedale per le terapie. "Si tratta di un ulteriore sostegno ai pazienti oncologici, un’attivit? di supporto – sottolinea Rollo all’ADNKRONOS SALUTE – Non basta infatti offrire le cure, se non si assicura la possibilit? di eseguirle. Durante i lunghi periodi in cui i malati devono sottoporsi alle terapie, abbiamo notato che spesso erano accompagnati da familiari che molto probabilmente hanno dovuto perdere giorni di lavoro. Per evitare questi disagi all’interno della famiglia, e per essere ancora più vicini ai pazienti, abbiamo pensato di inserire all’interno di ogni distretto un servizio di trasporti per accompagnare il malato da casa in ospedale. Cos? abbiamo iniziato a lavorare sulla logistica, munendoci di pulmini e di autisti. E siamo partiti, in via sperimentale, con ben 1.700 pazienti". Chiunque voglia usufruire di questo servizio offerto dalla Regione "deve inoltrare – spiega il direttore generale – una richiesta al centro di riferimento oncologico o al distretto di appartenenza". E "in cantiere – anticipa Rollo – ci sono altri due progetti:l’assistenza domiciliare oncologica e l’ospedalizzazione domiciliare del malato oncologico".


Articoli Correlati